Da giovedì 14 a domenica 17 luglio il comune di Pignataro Maggiore, in provincia di Caserta, ospita la Sagra degli Antichi Sapori.

Un evento all’insegna della solidarietà

La quindicesima edizione della Sagra degli Antichi Sapori, come da tradizione, si svolgerà in località Partignano, nel comune di Pignataro Maggiore, in provincia di Caserta. I proventi raccolti durante la manifestazione contribuiranno alla prosecuzione del progetto di solidarietà “Una scuola sulle Ande”, nato da una proposta di don Emeterio, parroco di Bolivar. Si tratta di una cittadina di 2.500 abitanti nel cuore delle Ande peruviane a 3.200 metri di altitudine, il cui territorio comprende anche trenta piccole comunità sparse su un’area vastissima e difficilmente raggiungibili.

Don Emeterio ha pensato al progetto dopo essersi reso conto che molti bambini di Bolivar non frequentano la scuola pubblica per le grandi distanze da percorrere e per la necessità di molte famiglie di farsi aiutare dai figli nella lavorazione della terra, la loro principale fonte di sostentamento. Per questo, dal 2011, Don Emeterio ha sviluppato un programma scolastico nei locali della parrocchia del paese, arginando così il problema, permettendo a tanti bambini di poter avere un’istruzione.

Il programma della sagra

Lo stand gastronomico sarà aperto per quattro giorni. Si potranno gustare molte specialità locali, come le “pettole e fagioli” (pasta fatta in casa), lo stufato di “annutolo” (vitello di bufala), il “soffritto”, la “trippa”, la “salsiccia al finocchietto selvatico”, i “guanti” (dolce tipico locale), la “marzellina alla pimpinella”, la mozzarella di bufala, gli “arrosticini” di pecora e il “cuoppo” di pesce fritto. Saranno inoltre presenti molti stand espositivi e dimostrativi, e verranno organizzati giochi, balli di gruppo e tanti concerti di musica popolare.


La Fiera del Gusto di Rodi Garganico

Pechino Express 2016, la coppia i Socialisti