Nata in Francia, l’iniziativa che porta ogni anno migliaia di musicisti a suonare per le strade ha ormai una dimensione europea

La giornata mondiale della musica nacque per iniziativa del Ministero della Cultura francese nel 1982 e fu fatta coincidere con il Solstizio d’Estate che cade il 21 di Giugno. Al tempo si invitarono artisti e musicisti a suonare per le strade francesi e la festa ebbe inizialmente un riscontro solo nazionale.

La giornata mondiale della musica diventa europea

Di anno in anno il successo della festa della musica travalicò prepotentemente i confini nazionali di Francia, per raggiungere gran parte d’Europa. Quindici anni dopo Atene, Barcellona, Berlino, Budapest, Lisbona, Liverpool, Madrid, Napoli e molte altre grandi città europee si sono date una coordinazione internazionale.
La forza della manifestazione sta nel fatto che le iniziative sono affidate alla libera iniziativa di enti e organizzazioni radicati sul territorio, che quindi sono in grado di mobilitare le forze adatte e trovare formulazioni adatte al territorio in cui operano per organizzare eventi di grande risonanza e respiro internazionale.
In Italia la Festa della Musica è organizzata dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, nonché dalla SIAE grazie al coordinamento dell’Associazione Italiana per la Promozione della Festa della Musica (AIPFM) nata a questo specifico scopo.
Uno dei più alti risultati conseguiti dall’AIPFM è costituito dagli scambi artistici e culturali che hanno favorito lo spostamento di artisti da un paese all’altro in occasione della Festa della Musica.

Il sito ufficiale della Festa della Musica

Sul sito ufficiale della Festa della Musica sono elencate tutte le iniziative messe in atto nelle varie città italiane, nonché le modalità di partecipazione e dell’organizzazione di eventi che siano in linea con lo spirito della festa. Una delle condizioni imprescindibili per gli eventi che prendono parte alle manifestazioni ufficiali è che tutte le manifestazioni siano totalmente gratuite e usufruibili da chiunque fino ad esaurimento dei posti disponibili.
Naturalmente quello ufficiale è un elenco approssimativo, poiché moltissime sono le manifestazioni disseminate sul territorio italiano che, pur non entrando ufficialmente nel programma della festa, si svolgono nel giorno del Solstizio d’Estate.


La Giornata Mondiale dei Profughi

Flight 616, chi è Andressa