La carriera del principe Henry del Galles

Tutte le informazioni sul principe Harry

chiudi

Caricamento Player...

E’ meglio conosciuto con il nome di Harry ma il suo nome è principe Henry del Galles.

Nonostante qualche scivolone e qualche bravata giovanile che lo aveva messo sulle copertine dei principali giornali di gossip, il secondogenito di Carlo e Diana è oggi  capitano nel reggimento dell’Household Cavalry (Blues and Royals) dell’esercito britannico.

Il suo impegno militare da anni è segno di onore e forte rispetto da parte dei sudditi.

La carriera di Henry del Galles

Dal 2007 al 2008 è stato impegnato in una missione in Afghanistan; la notizia trapela ed è costretto ad allontanarsi per motivi di sicurezza.

Nell’aprile 2006, fonda un’organizzazione benefica con il principe Seeiso di Lesotho per i bambini orfani a difendersi dall’HIV/AIDS : la  Sentebale: The Princes’ Fund for Lesotho (“Sentebale: Fondo dei principi per il Lesotho”) ; organizzazione con cui entrambi i principi onorano le proprie madri.

Nominato come uno dei nove commodoro in capo (“Commodores-in-Chief”) della Royal Navy, nel 2006,nel 2007 annuncia che si unirà al suo reggimento, Blues and Royals, per sei mesi in Iraq .Di nuovo motivi di sicurezza per lui e i suoi commilitoni diventa il motivo di cambiamento di intenti e il principe non parte per l’Iraq.

Il 12 agosto 2012 ha il suo primo incarico ufficiale quando è presenta al posto della nonna Elisabetta alla cerimonia di chiusura dei Giochi della XXX Olimpiade.

Onorificenze

Cavaliere Commendatore dell’Ordine reale vittoriano
— 4 giugno 2015
Medaglia del giubileo d’oro di Elisabetta II
— 6 febbraio 2002
Operational Service Medal for Afghanistan
— 5 maggio 2008
Medaglia del giubileo di diamante di Elisabetta II
— 6 febbraio 2012

 

Il principe è patrono del:

  • WellChild
  • Walking With The Wounded,
  • HALO Trust’s 25th Anniversary Appeal
  • Invictus Games Foundation
  • The Royal Foundation of The Duke and Duchess of Cambridge and Prince Harry (co-fondatore con il fratello)

 

Fonte immagine: https://www.facebook.com/princeharryfanspage/