28 Gennaio: il Santo del Giorno è Tommaso d’Aquino

Uno degli ingegni più eccelsi della cristianità

chiudi

Caricamento Player...

28 Gennaio: il Santo del Giorno è Tommaso D’Aquino. Domenicano contro il volere della famiglia, finissimo teologo, rifiutò l’incarico di Vescovo di Napoli.

La vita di un intellettuale

Nato nel 1227 ad Acquino da nobile famiglia imparentata con il Barbarossa, Tommaso diede fin da subito segno di possedere un grande ingegno. Dai 5 ai 14 fu educato nell’Abbazia di Montecassino dove prese la risoluzione che avrebbe difeso strenuamente per tutta la vita: prendere i voti e consacrarsi alla vita religiosa.
Compiuti i 15 anni fu costretto a tornare alla dimora familiare, dove probabilmente suo padre intendeva combinare per lui un matrimonio politico.

Nel 1239 intanto fu inviato a Napoli, a continuare i propri studi presso l’Università degli Studi fondata pochissimi anni prima da Federico II. Proprio a Napoli entrò in contatto con i monaci domenicani di un convento che di recente era stato fondato in città. Lì prese i voti nel 1244.
Avendo così caparbiamente contrastato la volontà paterna, Tommaso fu strappato con la forza dal suo convento e riportato ad Aquino, rimanendo prigioniero nella sua stessa casa per oltre un anno, riuscendo a fuggire soltanto grazie all’aiuto delle sue due sorelle.
Continuò la propria formazione a Parigi, grazie agli insegnamenti di San Alberto Magno, del quale divenne allievo prediletto e in compagnia del quale compì un famoso viaggio a Colonia.
Tornò a Parigi in qualità di professore universitario fu poi chiamato alla curia pontificia romana in qualità di teologo per tornare in seguito ancora una volta nella capitale francese. Morì a Fossanova nel 1274 e fu seppellito nell’omonima Abbazia, dove ancora riposa.

28 Gennaio: il Santo del Giorno è Tommaso d’Aquino

L’apporto intellettuale alla teologia e alla filosofia medievale in generale fu inestimabile.
A lui, emerito esponente della filosofia scolastica, si deve la definizione degli attributi di Dio e la postulazione delle cinque vie per dimostrare la sua esistenza.
Il suo metodo di lavoro razionale e aperto all’analisi e alla comprensione di contributi derivanti da ogni ambito dello scibile è apprezzato e condiviso oggi anche al di fuori dell’ambiente strettamente cattolico.

Fonte Immagine di Copertina: Wikipedia