Insulti e minacce in treno: nessuno è intervenuto per difendere Mara Venier

Aggredita verbalmente e minacciata, questa la brutta avventura di Mara Venier presa di mira da un passeggero sul treno

chiudi

Caricamento Player...

Brutto colpo per Mara Venier che si è ritrovata protagonista di una sfortunata avventura in treno. A riportare la notizia è Il Gazzettino che spiega che la presentatrice sarebbe stata insultata e minacciata a bordo di un treno per Mestre.

Leggi anche: Mara Venier: bacio alla moda con Saverio Moschillo

Mara Venier avrebbe ricevuto insulti e minacce davanti a decine di altri passeggeri e nessuno avrebbe preso le sue difese. Perciò la conduttrice ha commentato:

“Avevo solo spostato la tenda del finestrino quando un uomo che era al mio fianco mi ha investito di urla. Gridava in inglese. Ero sola, nessuno è intervenuto”.

Mara Venier si stava dirigendo a trovare la madre malata Aveva infatti raccontato, in una recente puntata di Verissimo, le sue condizioni di salute.

“Mia mamma è malata di Alzheimer e in questo momento ha bisogno di me. E’ tutto molto difficile per lei che è malata e per noi figli che abbiamo una mamma che non ci riconosce più. Cerco di starle il più possibile accanto, per cui mi divido tra Roma e Mestre, dove vive. Devo essere forte e accettare tutto ciò che verrà con grande dolore e forse, proprio per questo, fare un programma tv quest’anno non sarebbe c’entrato molto con la mia vita di oggi”.

Ma Mara Venier non è sola, a darle forza c’è il compagno Nicola Carraro, che lei ha così descritto, quando è stata ospite di Chiambretti:

“In realtà mio marito, devo dire, non è Rocco Siffredi, però si difende. Certo, compatibilmente con l’età. Si vede che non siamo più ragazzini, noi ora siamo impotenti. Non è che possiamo fare più Tarzan e Jane. […] Il matrimonio, quando decidi di sposarti a 50 anni, cambia completamente. Il rapporto d’amore è completamente diverso, molto più intenso e molto più forte. Anche se lui prende, ogni due per tre, e va ai Caraibi a giocare a golf”.