Tutti i benefici derivati dal consumo di questo latte vegetale molto conosciuto negli Stati Uniti

Il latte vegetale di noci è un latte vegetale molto apprezzato per il suo alto contenuto di antiossidanti e per la combinazione di sostanze estremamente utili all’organismo, come omega 3 e 6, polifenoli e oligoelementi, selenio, rame, zinco, calcio e magnesio. Questi minerali lo rendono particolarmente adatto agli sportivi, soprattutto nel momento in cui hanno bisogno di reintegrare le sostanze perse attraverso la sudorazione.
E’ anche ricco di acidi grassi essenziali, benefici per il sistema circolatorio e contiene pochissimi zuccheri.
In inverno, aromatizzato con cacao, cannella e servito caldo, è un ottima bevanda per combattere i primi freddi e affrontare la stagione fredda con più energia.

Il latte vegetale: chi lo utilizza e perché

Il latte vegetale di ogni tipo (non soltanto quello di noci) è utilizzato nelle diete di chi è intollerante al lattosio o semplicemente lo digerisce male, nonché da chi sceglie di seguire una dieta vegetariana o vegana.
Ogni latte vegetale non contiene colesterolo, lattosio e caseina e presenta un basso apporto di grassi che lo rende particolarmente indicato a chi deve tenere sotto controllo l’arteriosclerosi.
In ogni caso, quando si sceglie di acquistare un prodotto industriale, è sempre meglio indirizzare l’acquisto su prodotti biologici e il più possibile privi di additivi.

Il latte vegetale di noci: come prepararlo in casa

E’ possibile preparare in casa qualsiasi tipo di latte vegetale. Esiste un apposito elettrodomestico, chiamato estrattore di succo, che facilita di gran lunga il procedimento che, però, può avere successo utilizzando anche strumenti più comuni come un frullatore ad immersione, un colino a maglie fitte e uno strofinaccio.
Per estrarre il latte dalle noci è necessario mettere a bagno i gherigli in acqua per almeno sei ore, quindi sciacquarli e frullarli con il frullatore ad immersione insieme ad acqua fresca. Fatto questo il composto va filtrato spremendolo attraverso il colino o lo strofinaccio.
Se si possiede l’estrattore di succo, le noci ammorbidite e tritate grossolanamente andranno versate nell’apposito contenitore assieme ad altra acqua fresca per facilitare il lavoro della macchina.

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 26-05-2016


Cinque cose da vedere a Helsinki

Chi è Paolo Visentin di Fuoco Amico