I rimedi naturali per affrontare gli esami

Non solo tè e caffè: tutte le erbe amiche degli studenti

chiudi

Caricamento Player...

I rimedi naturali per affrontare gli esami più impegnativi comprendono tisane di melissa, ginseng, caffè e rosmarino.

Aumentare la concentrazione

Gli studenti che affrontano il rush finale prima di un esame importante hanno sicuramente bisogno di tenere a bada lo stress ma, più che ogni altra cosa, sentono la necessità di migliorare la concentrazione rimanendo svegli e attivi più a lungo.
Le sostanze che si assumono più comunemente a questo scopo sono caffè, tè e ginseng,  tutte di facilissima reperibilità. Il ginseng i particolare stimola la liberazione di cortisolo, cioè di quell’ormone che induce le risposte dell’organismo allo stress psicofisico.

Tè, caffè e ginseng sono comunque degli eccitanti e se assunti in dosi massicce possono portare a episodi più o meno frequenti di tachicardia inoltre, una volta passato l’effetto, fanno tornare l’organismo in uno stato di prostrazione peggiore di quello iniziale. Per questo motivi si raccomanda di assumere quantità moderate di queste bevande e compensarne gli effetti collaterali alternandole ad infusi di rosmarino che riesce a sostenere la concentrazione senza incorrere negli effetti collaterali appena accennati.
Il tè verde è stato utilizzato fin da tempi remoti in tutte le regioni dell’Asia per le sue proprietà antiossidanti, in grado di migliorare anche le funzioni cognitive diminuendo la tensione nervosa e aumentando lo stato d’allerta del cervello sollecitando l’attenzione e riducendo i tempi di reazione agli stimoli.

Calmare l’ansia e favorire il riposo: i rimedi naturali per affrontare gli esami

Se invece il problema principale è l’ansia, è il caso di assumere infusi di melissa e di biancospino. La melissa in particolare aiuta la concentrazione e il biancospino genera un effetto calmante con il grande pregio di non indurre sonnolenza.
Chi ha problemi ad addormentarsi può provare con infusi di passiflora o di valeriana, due ottimi calmanti, presenti da tempi remoti tra i rimedi della medicina tradizionale contro l’insonnia.