Gli sport da spiaggia per rimanere in forma

Vita all’aria aperta, movimento e solleone

Gli sport da spiaggia per rimanere in forma sono molti ma di certo il principale rimane il nuoto. Anche se non si può parlare strettamente di sport nel momento in cui si fanno lunghe nuotate, questa è certamente l’attività più adatta al clima estivo.

Rimanere in forma a stile libero

In spiaggia naturalmente il caldo non perdona. Quanto è difficile alzarsi dalla sdraio per fare un po’ di quell’attività fisica che ci farebbe un gran bene? Effettivamente la prospettiva di una gran sudata non è allettante. La soluzione a questo problema è tuttavia a portata di mano e a un passo dal bagnasciuga.
Il nuoto in mare è davvero un toccasana per persone che hanno problemi di circolazione o articolari dal momento oltre a farci bruciare quantità ingenti di calorie produce indirettamente anche un massaggio che migliora la circolazione periferica messa a dura prova dalla calura estiva. Chi ha problemi articolari agli arti inferiori (ginocchia e caviglie) potrà fare lunghe nuotate in tutta sicurezza, dal momento le gambe saranno per una volta totalmente libere dal peso corporeo.
Lo stile di nuoto più armonico, che riesce a muovere contemporaneamente gran parte dei muscoli del corpo senza prediligerne alcuno è certamente lo stile libero. Chi invece intende concentrarsi sull’esercizio della parte inferiore del corpo potrà impegnarsi in lunghe nuotate a dorso.
Chi non è in grado di nuotare può impegnarsi in lunghe camminate con l’acqua ai fianchi producendo comunque un massaggio di grande sollievo per la circolazione.

Sport da spiaggia per rimanere in forma

Anche se molti sono i sostenitori del jogging serale sulla spiaggia è bene sapere che correre a piedi nudi sulla battigia non è un allenamento così efficace come si crede. A causa della natura non omogenea del terreno infatti non si riesce a raggiungere il ritmo massimo della corsa, rendendo l’allenamento sulla spiaggia molto meno produttivo di quello sul terreno. Inoltre correre a piedi nudi induce spesso in infortuni e piccole distorsioni a causa del fatto che chi pratica jogging è abituato all’assetto del piede nella scarpa sportiva.
Il fitwalk o camminata veloce è un’ottima alternativa al jogging, dal momento che consente di tenere un’andatura più omogenea e di non rischiare movimenti innaturali delle caviglie. Naturalmente si consiglia di farlo nelle ore i cui la spiaggia è deserta al fine di riuscire a mantenere un’andatura costante e di non dover deviare continuamente il percorso a causa di chi occupa la battigia.

ultimo aggiornamento: 10-07-2016

Guide Donna Glamour

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X