Confermati i 15 anni anche dalla Cassazione: Edson Tavares resta in carcere dopo la condanna per aver sfregiato Gessica Notaro

Il 10 gennaio 2017 la vita di Gessica Notaro è cambiata per sempre: Edson Tavares, l’uomo accusato di averla sfregiata con l’acido con la “ferma volontà di punirla per sempre privandola non solo della sua speciale bellezza, ma della sua stessa identità, così da cancellarla agli occhi di chiunque, non potendola ‘possedere’ egli stesso” – come pronunciato alla sentenza della Corte d’Appello (che lo ha condannato a 15 anni, cinque mesi e 20 giorni) – ha fatto ricorso. La Cassazione ha confermato il 15 dicembre del 2020 la condanna. “Speravo in questa sentenza. Che conferma che ho fatto bene a fidarmi dei giudici e della magistratura”, ha detto Gessica a Il Resto del Carlino.

Vaccino Covid-19, vuoi scoprire quando sarà il tuo turno?

Gessica Notaro
Fonte Foto: https://www.instagram.com/gessicanotaroreal/?hl=it

Gessica Notaro: la Cassazione conferma la condanna di Tavares

In questi 3 anni di operazioni, battaglie giudiziarie e incubi, Gessica Notaro non ha mai smesso di combattere per ottenere giustizia. Il suo ex, Edson Tavares, è ritenuto colpevole dell’aggressione e dello stalking ai suoi danni ma dopo la sentenza della Corte d’appello il capoverdiano, tramite i suoi legali, ha presentato ricorso. Però la Cassazione ha confermato la condanna in Appello, per il sollievo della Notaro.

“Ora nessuno potrà più dire che Tavares è innocente. Nemmeno i suoi avvocati, che in questi mi hanno attaccato pesantemente. Hanno fatto sentire me sul banco degli imputati, perché ho parlato pubblicamente e in televisione della vicenda. Quando io, invece, credo di essermi sempre comportata da signora, nonostante sia la vittima”, ha spiegato l’ex Miss nell’intervista a Il Resto del Carlino.

Tavares non ha mai chiesto il suo perdono dal carcere, né mostrato segni di pentimento. “No, mai. E io non posso perdonare chi non si è pentito. Lui si è sempre professato innocente, i suoi legali hanno tentato di farlo passare per innocente. La sentenza della Cassazione mette fine a tutto. Ora posso guardare avanti, pensare al futuro, con più serenità”.

Il suicidio del fratello

Gessica Notaro ha pubblicamente rivelato come l’aggressione del suo ex ai suoi danni sarebbe avvenuta nell’anniversario di un altro avvenimento tragico che ha segnato la sua vita: il 10 gennaio 2011 (sei anni prima che lei fosse aggredita) suo fratello, di soli 20 anni, si è tolto la vita. “Eddy ha scelto quel giorno apposta, in segno di sfida. Mi tornano chiare le parole: te la farò pagare e poi mi ammazzo”, aveva confessato lei a Panorama.

Fonte Foto: https://www.instagram.com/gessicanotaroreal/?hl=it

Vaccino Covid-19, vuoi scoprire quando sarà il tuo turno?


Tom Cruise su tutte le furie: “Se lo fai di nuovo sei licenziato”

Meghan Markle diventa imprenditrice: la startup solidale tutta al femminile