L’ex coniglietta di Playboy confessa: la casa di Hefner era un inferno

Holly Madison, ex coniglietta di Playboy, ha raccontato gli anni trascorsi nella casa di Hugh Hefner, definendoli “infernali”. Ecco le sue confessioni.

chiudi

Caricamento Player...

Dopo la recente scomparsa di Hugh Hefner, il patron di Playboy, sono tornate alla ribalta alcune dichiarazioni di Holly Madisn, ex coniglietta, che sembrano distruggere l’immagine idilliaca della Playboy Mansion.

Nel suo libro “Down the rabbit hole”, Holly ha descritto nei minimi dettagli gli anni trascorsi al fianco di Hefner, vissuti da lei come un vero e proprio inferno.

L’ex coniglietta di Playboy contro Hugh Hefner

Holly Madison ha raccontato la prima volta a letto con Hefner: “È stato più veloce di quanto pensassi, talmente breve che non mi sono neanche accorta di aver sopra di me un corpo tanto pesante”.

Holly Madison ex coniglietta di Playboy
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/hollymadison/

Originaria di una piccola cittadina dell’Alaska, Holly decise di trasferirsi a Los Angeles nella casa di Playboy, perché voleva diventare ricca e famosa. Pensava che lì avrebbe trovato la felicità, ma non fu così. Appena arrivata nella casa, si trovò davanti ad una scena tristissima: tante giovani ragazze ubriache che ballavano intorno ad Hefner, da lei definito “un uomo vecchio, duro di udito e goffo”.

Ora Holly ha 37 anni e vorrebbe aver avuto il coraggio di andarsene già in quel momento. Invece rimase e divenne non solo una delle conigliette preferite di Hefner, ma una delle sue fidanzate, insieme a Bridget Marquardt e Kendra Wilkinson. Si trasferì definitivamente nella Playboy Mansion, dove iniziò la sua vita da incubo.

Secondo i suoi racconti, le ragazze preferivano fingere di far sesso tra loro che con Hefner, che il più delle volte si dimostrava riluttante. La casa era in piena decadenza, in ogni bagno e campo da tennis c’era un vassoio con vasellina, olio per il corpo e fazzoletti.

Le ragazze ricevevano 1000 dollari a settimana, da spendere in bei vestiti, e avevano il conto aperto dal chirurgo plastico. La loro vita era blindatissima: erano autorizzate ad uscire solo due giorni su sette, ma dovevano tornare a casa alle nove di sera. Al ritorno, erano costrette a fare sesso con Hefner. “C’erano giorni in cui mi svegliavo e mi sentivo svenire perché ero depressa”, ha raccontato Holly, aggiungendo che il padrone di casa le vietava anche di vedere uno psicologo.

L’incubo per lei è finito solo quando è diventata famosa grazie al reality show “The Girls Next Door”, incentrato sulla vita di Hefner e delle conigliette. Nel 2009 ad Holly fu offerto di partecipare a “Ballando con le stelle”, l’occasione per scappare dall’incubo.

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/hollymadison/