10 curiosità sulla vita di Alessandro Gassmann: famiglia, libertà e I bastardi di Pizzofalcone

Alessandro Gassmann: la dura la vita dei figli d’arte, costretti a portare il peso di un’eredità talmente importante da venire sommersi

chiudi

Caricamento Player...

1- Nato come Alessandro Gassman a Roma, il 24 febbraio 1965, Alessandro Gassmann, è figlio dell’attore italo-tedesco Vittorio Gassman e dell’attrice francese Juliette Mayniel. I genitori si lasciarono quando lui aveva solo 3 anni. Nel 2011 ha aggiunto una seconda “n” al proprio cognome, ripristinando così la versione originaria del cognome di famiglia.

Alessandro Gassman: il figlio di Vittorio?

2- Figlio del grande Vittorio, ha provato spesso a scrollarsi di dosso l’etichetta che gli è rimasta appiccicata. Ha dichiarato di fare l’attore per hobby, ma di voler aprire un agriturismo.

Chi sono i protagonisti della serie tv I Bastardi di Pizzofalcone

“Ho la fortuna di avere una bellissima famiglia, ma ho difficoltà a osservare la realtà come vorrei, perché il più delle volte sono osservato. Mi manca la libertà di fare cose stupide. Per esempio andare in Vespa senza casco.

Qualche giorno fa ero di corsa e non l’ho messo. A un certo punto un vigile mi fa segno con la mano. Pensavo che mi stesse salutando e ho fatto ciao anche io. E invece mi ha fermato e ha detto: Ma dove crede di andare senza casco?”, ha raccontato in un’intervista.

3- È rimasto noto un suo calendario sexy del 2001 per la rivista Max, che i media hanno accolto come la risposta maschile all’oggettificazione del corpo femminile.

4- Ha debuttato a 17 anni nel film autobiografico Di padre in figlio, scritto, diretto e interpretato con il padre Vittorio.

Alessandro Gassmann
Alessandro Gassmann per Opium di Yves Saint Laurent. Fonte foto: pinterest.com/source/perso.numericable.fr

5- È stato scelto da Yves Saint Laurent come testimonial per lo spot pubblicitario del profumo Opium.

6- Lo sport è una delle sue grandi passioni: per anni nella serie B di basket ha visto militare tra le sue fila Alesssandro Gassmann. L’altezza di 1,92 cm ha aiutato.

7- Nel corso della sua carriera, moltissimi premi sono stati assegnati ad Alessandro Gassman. Grazie ai suoi film ha vinto: il David di Donatello per il miglior attore non protagonista, il Ciak d’oro, il Nastro d’Argento, il Premio Francesco Laudadio per la miglior opera prima e seconda e il Globo d’oro.

8- Non ha mai abbandonato il teatro: dal 2010 è direttore del Teatro stabile del Veneto “Carlo Goldoni”.

9- Nel 2010 ha realizzato un documentario sul padre Vittorio a dieci anni dalla scomparsa, Vittorio racconta Gassman, presentato in apertura della Mostra del Cinema di Venezia. Più di recente, invece, lo abbiamo visto nella fiction I bastardi di Pizzofalcone, dove interpreta un commissario “scomodo” in cerca di riscatto.

Alessandro Gassmann
Alessandro Gassmann e la moglie. Fonte foto: pinterest.com/source/modadivas.com

10- È sposato dal 1998 con Sabrina Knaflitz, dalla quale nello stesso anno ha avuto un figlio.

Al settimanale Nuovo ha dichiarato: “Mia moglie mi guarda ancora, quindi non mi posso lamentare. Sono fortunato. Ho incontrato una donna con la quale vivo da 22 anni e spero di continuare così. Ci sosteniamo e sopportiamo a vicenda. E poi riusciamo a sorprenderci ancora: ci sono aspetti suoi e miei che, secondo me, dobbiamo ancora scoprire del tutto. E non è poco”.

Con il figlio Leo, invece, è molto esigente e premuroso: “Sono esigente, ho dato a mio figlio molti obblighi: quello di leggere il giornale, di staccare il cellulare la notte e di collegarsi a internet un’ora e mezzo al giorno e non di più. Cerco di evitare che diventi come tanti ragazzi di oggi”.