Di cosa parla il film Arrival?

Il regista Denis Villeneuve torna al cinema con la sua ultima fatica: Arrival, film di fantascienza con la bellissima Amy Adams.

chiudi

Caricamento Player...

Presentato l’anno scorso a Venezia, tra pochi giorni Arrival sbarcherà nelle sale italiane e le aspettative sono molto alte.

Arrival, il nuovo film di Villeneuve

Il film è stato diretto da Denis Villeneuve, regista canadese ormai di casa ad Hollywood. Il suo ultimo film, Arrival, è un film di fantascienza basato su un bellissimo racconto incluso nell’antologia Stories of Your Life dello scrittore americano e specializzato nel genere fantascientifico Ted Chiang. L’incarico di trasformare il racconto in sceneggiatura cinematografica è andato a Eric Heisser, conosciuto nel mondo del cinema per aver scritto sceneggiature originali dal calibro di Nightmare, Final Destination 5 e La Cosa.

Di cosa parla?

Arrival è un thriller fantascientifico in cui la protagonista, interpretata da Amy Adams, dovrà decifrare una complessa lingua aliena il più presto possibile, al fine di salvare l’intera umanità. Una vera e propria corsa contro il tempo che vedrà la linguista Louise Banks, a capo di una squadra composta da astrofisici, alla ricerca estenuante di un modo per poter comprendere coloro che forse sono atterrati sulla terra con l’unico scopo di invaderla. Per decifrare la loro lingua, la bella Amy Adams si troverà davanti a delle scelte molto difficili che forse metteranno a repentaglio la sua vita e quella dell’umanità intera. Arrival è un film di fantascienza sopra le righe: non è il classico film “umani contro alieni”, ma, dai tratti filosofici, si focalizza sul valore della comprensione per mezzo del linguaggio. Anche se la lingua da decifrare appartiene a una razza aliena che ha invaso la terra.

Il nuovo film di Denis Villeneuve uscirà nelle sale italiane il 19 dicembre e le aspettative del pubblico sono altissime.

Fonte foto copertina: facebook.com/ArrivalILFILM/