Gli italiani sono ingrassati nella Fase 1: con la Fase 2 inizia anche la dieta

In quarantena gli italiani sono ingrassati in media due chili: come rimediare nella Fase 2?

Lo studio di Coldiretti conferma: italiani ingrassati in media di 2 kg nella Fase 1 di lockdown. Con la Fase 2 la dieta e lo sport sono d’obbligo!

Durante il lockdown, dove la priorità era rimanere a casa e uscire solo in casi di estrema necessità per evitare il contagio da COVID-19, gli italiani si sono lasciati andare e hanno badato poco alla linea. Lo conferma uno studio di Coldiretti: nella Fase 1 gli italiani sono ingrassati in media di 2 kg. Con la Fase 2 e la possibilità di tornare ad allenarsi non ci sono più scuse, è arrivato il momento della dieta e di dichiarare guerra alla bilancia!

Italiani ingrassati in quarantena: lo studio di Coldiretti

Per l’avvio della Fase 2, Coldiretti ha pensato bene di fare una stima di come gli italiani si sono tenuti in forma durante 2 mesi di quarantena, ma i risultati dello studio sono disastrosi. Gli italiani non hanno badato alla linea, anzi la stragrande maggioranza ha visto il peso aumentare di almeno 2 kg.

Ingrassare
Ingrassare

Tutto è dipeso dal cibo (la spesa dei cittadini è aumentata infatti del 18%) ma non solo: con l’obbligo di rimanere in casa, e il disagio che ne è derivato, gli italiani hanno deciso di lasciarsi andare, hanno mangiato peggio e smesso di fare sport e movimento.

Cosa hanno mangiato gli italiani nella Fase 1

Secondo lo studio, nei carrelli e nelle pance delle famiglie a farla da padrone sono stati i “comfort food”: cibi iper calorici, ricchi di zuccheri, grassi o carboidrati.

Nel periodo che va dal 16 marzo al 12 aprile 2020 c’è stato un aumento esponenziale di alcuni acquisti rispetto all’anno precedente: +150% farine e semole, del +14% pane, crackers e grissini, +7% pasta e gnocchi, +38% impasti base e pizze, +13% dolci, +24% primi piatti pronti oltre al +37% di olio semi usato per fritture di ogni tipo.

Come dimagrire nella Fase 2

Per riuscire a combattere la bilancia e i chili di troppo l’inizio della Fase 2 è il momento perfetto per darsi delle regole e nuovi ritmi. Basta pane e pizza fatta in casa, Coldiretti consiglia delle buone pratiche che potranno facilmente eliminare gli sgarri e la sedentarietà del lockdown, se presi con serietà:

• Fare sport. Dal 4 maggio è possibile riprendere l’attività motoria e sportiva all’aperto e questo è un primo passo per tornare in forma, senza dimenticare la dieta che deve cambiare e ridimensionarsi rispetto a quanto si è mangiato fino ad ora.

• Bere tanto per eliminare le scorie in eccesso e sgonfiarsi. Stando molto tempo fermi e seduti oltre ad accumulare grasso aumenta anche la ritenzione idrica del corpo. Per eliminarla la chiave è fare sport e bere almeno 2 litri di acqua al giorno.

Dieta e sport
Dieta e sport

• Aumentare l’apporto di frutta e soprattutto verdura di stagione che garantisce una ricca riserva di vitamine. In periodo di emergenza COVID-19 aumentare la verdura è consigliato anche dall’Istituto Superiore di Sanità, insieme all’aumento di frutta e legumi.

Come sottolinea Coldiretti non sarà difficile reperire vegetali di stagione: “Grazie alla conformazione dell’Italia che permette coltivazioni differenziate da sud a nord con il progredire della stagione calda si trovano quasi tutte le verdure: dagli spinaci alla cicoria, dalle zucchine all’insalata, dai peperoni alle melanzane, dalle cipolle ai pisellini freschi, dagli asparagi ai fagiolini”.

• Privilegiare le cotture brevi e poco invasive come quelle al vapore e, ancora meglio, consumare il più possibile le verdure a crudo per mantenere tutte le proprietà nutrizionali intatte. Anche il condimento deve essere ridimensionato, meglio scegliere un filo di olio extravergine di oliva al burro o altri grassi. L’olio infatti combatte l’invecchiamento e favorisce l’eliminazione delle scorie.

• Puntare sul Made in Italy per non sbagliare. Made in Italy infatti e sinonimo di qualità e freschezza, che non dovrebbe mai essere lasciata da parte per una corretta e bilanciata alimentazione. Inoltre è dovere degli italiani stringersi intorno al Paese e cercare di arginare la grave crisi economica nata a causa della pandemia: comprare italiano è un modo per rimanere vicini, aiutarsi e iniziare la Fase 2 con il piede giusto.

Il lockdown fa ingrassare? Scarica QUI la dieta da seguire ai tempi del coronavirus.

ultimo aggiornamento: 10-05-2020

X