Controindicazioni della dieta Lemme

La filosofia alimentare più discussa del momento: tutte le controindicazioni della dieta Lemme

chiudi

Caricamento Player...

Dimagrire mangiando. Questa è la filosofia alimentare del farmacista Alberico Lemme. La dieta Lemme si basa su un regime alimentare piuttosto alternativo che prevede il consumo di spaghetti a colazione e cibi ad alto contenuto proteico. A causa del suo metodo alternativo, questa dieta, o filosofia, non può essere seguita da tutti. Prima di intraprendere questo percorso è previsto un test conoscitivo per individuare il grado di motivazione e costanza del candidato. Tuttavia,  bisogna far presente che ci sono della controindicazioni della dieta Lemme.

Quali sono le principali controindicazioni della dieta Lemme?

Prima di tutto la dieta Lemme prevede un alto contenuto di proteine, che per chi pratica un’intensa attività sportiva sarebbe anche consigliata, ma se si conduce uno stile di vita sedentario l’assunzione di cibi iperproteici può causare dei seri danni a reni e fegato, causando addirittura un’intossicazione. Questa dieta si sconsiglia quindi a chi avesse particolari problemi a livello renale e di fegato, anche se Lemme consiglia di bere tanta acqua durante il percorso di dimagrimento.

La dieta Lemme è altamente sconsigliata durante la gravidanza, in quanto a causa dell’eccessivo dimagrimento le conseguenze sul metabolismo possono variare drasticamente a causa degli squilibri alimentari. Lemme consiglia, infatti, di seguire una dieta post parto se si desidera perdere i chili presi con la gravidanza.

A dispetto di quello che si pensa sulla dieta Lemme, è bene non fare delle diete fai da te, né tanto meno di seguire le diete che circola in rete, che come dice Lemme stesso: “Non sono le mie e consiglio a tutti di non provarle, possono essere dannose”“Filosofia alimentare è un percorso di vita, è andare contro corrente, è capire quando mangiare un determinato alimento e con cosa abbinarlo, è verificare le reazioni del proprio corpo. È un metodo per persone dotate di apertura mentale, senza preconcetti” precisa Lemme.

Fonte immagini copertina: filosofialimentare