Concerto del Primo Maggio 2016 a Roma: ecco tutti i cantanti

Ecco la lista di tutti gli artisti che calcheranno il palcoscenico del concertone del 1 Maggio 2016 in Piazza San Giovanni a Roma

chiudi

Caricamento Player...

E’ ufficialmente partito il countdown per il Concerto del Primo Maggio 2016 che come tradizione vuole si terrà nella splendida Piazza San Giovanni di Roma. Un concerto di musica, promosso da CGIL, CISL e UIL, diventato un vero e proprio simbolo nel giorno della festa dei lavoratori. Un evento di portata nazionale che da sempre attira e richiama centinaia di persone da ogni parte d’Italia. Ma quali saranno gli artisti che saliranno sul palcoscenico il Primo Maggio 2016? Scopriamoli insieme…

Cast Concerto 1 Maggio 2016: da Max Gazzè a Fabrizio Moro

Sono tantissimi gli artisti italiani che si alterneranno il 1 Maggio 2016 sul palcoscenico allestito nella Piazza San Giovanni a Roma. Un cast davvero eccezionale per l’edizione 2016 presentato da Luca Barbarossa per la prima volta nelle inediti veste di presentatore. Sul palcoscenico di Roma sono attesi: Max Gazzè, Vinicio Capossela, Salmo, Marlene Kuntz, i Tiromancino, Tullio De Piscopo, Gary Dourdan, Nada. E ancora: i Perturbazione accompagnati da Andrea Mirò, Raiz degli Almamegretta, Bandabardò, i Modena City Ramberls, Eugenio Bennato, Mau Mau, Enzo Avitabile, Fabrizio Moro, Roberto Angelini e Nina Zilli.

Skunk Anansie, i più attesi

Una lista davvero lunghissima quella degli artisti che animeranno la Piazza San Giovanni a Roma durante il mega concertone del 1 Maggio 2016. Tra i più attesi ci sono gli Skunk Anansie capitanati da Skin, vocalist e cantante recentemente vista nei panni di giudice durante l’ultima edizione di X-Factor. L’attenzione, infatti, è tutta concentrata sulla celebre band britannica tornata ad esibirsi insieme dopo uno scioglimento durante otto anni. Durante il concerto del Primo Maggio 2016 gli Skunk Anansie presenteranno dal vivo alcuni dei brani registrati per l’ultimo album “Anarchytecture” pubblicato lo scorso 15 Gennaio.

(fonte foto: Facebook)