Come usare l’arricciacapelli

Per boccoli perfetti e ciocche non bruciate

Chi ha i capelli lisci sogna sempre di poterli arricciare, ma non tutte hanno il tempo di andare dal parrucchiere prima delle occasioni speciali. Per fortuna esiste il ferro arricciacapelli, lo strumento in grado di trasformare ciocche lisce e piatte in sinuosi e morbidi boccoli. Per capire come usare l’arricciacapelli è meglio affidarsi al giudizio degli esperti, ed è ciò che abbiamo fatto per elencarvi i consigli di questa guida. Come con la piastra, il rischio di bruciare il capello è alto e non va preso alla leggera!

Quando e come usare l’arricciacapelli

Il primo requisito è che il capello deve essere assolutamente asciutto, ma non lavato troppo di recente. La cosa migliore è lavare i capelli il giorno prima. Specie chi li ha estremamente lisci deve affidarsi a prodotti per lo styling, come le mousse per boccoli duraturi. Per un risultato più morbido, invece, servirà un definitore di ricci. Questi prodotti però vanno applicati sui capelli bagnati, che quindi vanno poi asciugati con il phon. Ecco che si può procedere con l’arricciacapelli: attenzione alla scelta, perchè dal diametro dipende la larghezza dei boccoli.

Il procedimento ciocca per ciocca

Chi ha i capelli lunghi può decidere di arricciarli su tutta la lunghezza, o solo alla fine. Nel primo caso è meglio procedere in due momenti, perchè il capello si riscalderebbe troppo se avvolto interamente. I capelli più corti invece possono essere arricciati in una volta sola, tenendo il ferro verso il basso. D’altronde, è così che fanno i professionisti! Attenzione a non aspettare troppo, altrimenti il capello si brucia. Basta avvolgerlo rapidamente a spirale, attendere qualche secondo e rilasciarlo per farlo raffreddare. L’importante è non spezzare la ciocca nè darle la piega sbagliata: è con la parte tonda che bisogna ottenere la forma desiderata.