Conoscere i derivati di questa pianta e la loro efficacia

Come usare la pilosella? Da questa pianta si estraggono vari prodotti, ognuno dei quali ha una particolare efficacia nel curare determinati disturbi. La pilosella viene utilizzata principalmente in qualità di drenante naturale, in grado di aiutare l’organismo a smaltire i liquidi in eccesso, ma ha anche importanti proprietà antimicrobiche, antivirali e antimicotiche che disinfettano sia l’intestino sia l’apparato urinario.

Come usare la pilosella in tintura madre e in compresse

La tintura madre è una preparazione liquida ottenuta macerando elementi vegetali in una soluzione di acqua e alcool a diversa concentrazione.
La tintura madre di pilosella come tutte le altre tinture madri non va mai consumata pura, ma sempre diluita in acqua. E’ particolarmente efficace per curare infezioni virali o batteriche del cavo orale e dell’apparato intestinale.
Per disinfettare il cavo orale si utilizza la tintura madre di pilosella diluita come un normale colluttorio con cui fare sciacqui mattutini e serali.
La quantità di tintura madre somministrata ad ogni singolo paziente varia a seconda della natura del disturbo da curare e della corporatura del paziente stesso, ma non supera mai le 30 gocce giornaliere.
Le pillole di pilosella
invece sono indicate per trattamenti a lungo termine, come quello necessario a tenere sotto controllo l’ipertensione. Le capsule hanno una grammatura di 50 o 100 mg. Si assumono fino a un massimo di tre al giorno, naturalmente a seconda della prescrizione del medico.

Come usare la pilosella in infuso

L’infuso di pilosella si ricava dall’infusione delle parti aeree della pianta (foglie e fiori) fresche o secche. La pilosella secca destinata all’infusione è venduta in erboristeria spesso confezionata in bustine.
L’utilizzo dell’infuso di pilosella e non della tintura madre è invece consigliato allo scopo di favorire la diuresi e, grazie ad essa, lo smaltimento dei liquidi e dell’acido urico. L’accumulo di liquidi sottocutanei è la causa principale della cellulite e del gonfiore agli arti inferiori che si concentra essenzialmente nelle caviglie.
E’ ottimo anche per il trattamento della cistite, della candida e di altre infiammazioni dovute al proliferare di funghi nel tratto intestinale.
L’infuso di pilosella è un toccasana anche per depurare i reni favorendone l’attività.


Fare il gelato senza glutine

Proprietà del farro