Come sbiancare i denti in modo natural con i metodi della nonna

Come sbiancare i denti? Scommettiamo che questi rimedi non li hai mai provati!

Come sbiancare i denti in modo naturale? Rivediamo insieme tutti i rimedi della nonna: bicarbonato, succo di limone, salvia…

Vorreste avere denti bianchi ma sul vostro cammino trovate ostacoli come fumo, caffè, tè e persino una genetica sfavorevole? Se cercate un metodo fai da te per sbiancare i denti in modo naturale, i classici rimedi della nonna possono fare al caso vostro. Non serve ricorrere a prodotti costosi e corrosivi per ritrovare un sorriso splendente: con alcuni ingredienti naturali è possibile dare allo smalto una luce nuova.

Come sbiancare i denti a casa?

Uno dei rimedi più utilizzati rimane ancora oggi il bicarbonato. Oltre a essere decisamente economico, regala in modo graduale un sorriso brillante. Naturalmente, non bisogna esagerare altrimenti si rischia di creare dei danni allo smalto. Anche il limone, la salvia e l’acqua ossigenata hanno un’azione portentosa: vediamo, allora, quali sono i migliori metodi naturali per sbiancare i denti!

Denti bianchi
Denti bianchi

Come sbiancare i denti con il bicarbonato

Uno dei vecchi metodi più utilizzati è il bicarbonato di sodio. Preparate un pasta unendo un cucchiaio di bicarbonato e uno di acqua. Mescolate per bene fino ad ottenere un composto omogeneo e, se necessario, aggiungete altra acqua. Strofinatelo sui denti con uno spazzolino.

Questo preparato è una vera bomba contro le macchie gialle e ostinate: eseguite questo trattamento a cicli due volte a settimana per un breve periodo, altrimenti rischiate di ingiallire e indebolire i denti.

Come avere denti bianchi con il limone

Un altro rimedio molto valido è il limone. Grazie alla sua naturale azione sbiancante elimina i residui di cibo e tartaro dai denti in modo graduale. Si consiglia di fare dei risciacqui con il succo di limone ogni due o tre giorni.

In alternativa, strofinate direttamente il limone sui denti. Si raccomanda, anche in questo caso, di non esagerare perché data la forte acidità di questo agrume si rischia di indebolire lo smalto.

Acqua ossigenata sui denti: funziona?

Se, invece, avete denti forti potete optare per l’acqua ossigenata al posto del limone. L’azione sbiancante sarà sicuramente più efficace, ma il sapore sarà tremendo.

Per usarla come collutorio: mettete in bocca un paio di cucchiai di acqua ossigenata per un paio di minuti e poi sputate; quindi lavatevi i denti. Per usarla invece per lavare i denti, preparate una mistura di acqua ossigenata, bicarbonato e dentifricio. Strofinate quindi i denti verticalmente et voilà!

Siccome questo trattamento di pulizia è piuttosto aggressivo per lo smalto, si consiglia di farlo solo una volta a settimana. Il rischio è quello di corrodere e indebolire i denti.

Salvia per sbiancare i denti

La salvia, oltre a essere deliziosa in pastella o come condimento dei nostri primi piatti e carni, ha un potere nascosto che non in molti conoscono: quello di sbiancare i denti. Come funziona? Prima di tutto chiariamo: La salvia, essendo un’erba aromatica naturale, smacchia lo smalto senza nessuna controindicazione. Grazie all’olio essenziale in essa contenuto e che ha la funzione di lubrificare lo smalto. Ma non finisce qui: contiene anche dei minerali dal potere abrasivo non aggressivo, che permettono di rimuovere le molecole ed i batteri depositati sui denti.

Un paio di volte alla settimana una foglia d’erba fresca va dunque strofinata sui denti per non più di un minuto. Ed ecco fatto, i primi risultati si possono già vedere dopo un mese e l’effetto sbiancante dura in base alla durata del trattamento. Pronti a provare?

ultimo aggiornamento: 09-12-2019

X