Come pulire il marmo

Come il pulire il marmo in maniera del tutto naturale

chiudi

Caricamento Player...

Il marmo è sicuramente una delle pietre più diffuse in natura, utilizzate per realizzare piani da lavoro, pavimenti, davanzali, statue, etc e che richiede però particolari tecniche di intervento sia per quanto riguarda il suo utilizzo che la sua pulizia, sebbene tutto ciò possa essere fatto con ingredienti reperibili facilmente e molto naturali. Quando il marmo è semplicemente sporco di polvere occorre ripulirlo con una spugna bagnata in acqua tiepida, ed asciugato poi con un panno morbido di lana. Questa tecnica di pulizia, molto semplice, consente di eliminare quello che è sicuramente lo sporco superficiale, ma di certo se il danno è notevole, come nel caso delle incrostazioni, occorre utilizzare delle forme di pulizia più incisive.

Come pulire il marmo in maniera più profonda

Per pulire il marmo in maniera più profonda potreste utilizzare una pasta abrasiva leggera a base di cera o mescolarla con il bicarbonato. Quando le macchie sono specifiche, vanno utilizzati i solventi che normalmente verrebbero utilizzati per rimuovere la causa delle macchie stesse: così, se la macchia sul marmo è di smalto potrete utilizzare per rimuoverla l’acetone o il solvente per le unghie e così via. Applicate il prodotto solo sulle zone interessate e sempre con un panno morbido in cotone.

Come pulire il marmo e renderlo lucido

Se la pulizia del marmo ha però comportato il suo diventare opaco, dovreste ricorrere all’ausilio di olio paglierino oppure cera d’api, da applicarsi con un pennello. Vanno lasciati in posa per una ventina di minuti e poi asportati con un panno di tela. Il lavoro di lucidatura è così terminato e il marmo torna all’antico suo splendore. Per quanto riguarda, invece, i marmi da esterno, per eliminare le macchie generate della piogge spesso ricche di sabbia corrosiva utilizzate aceto o pasta abrasiva a grana molto leggera.