Consigli utili e rimedi naturali per pulire il marmo senza rovinarlo con l’azione portentosa dell’aceto e del bicarbonato.

Il marmo è sicuramente una delle pietre più diffuse in natura, utilizzate per realizzare piani da lavoro, pavimenti, davanzali, statue, ecc… richiede però particolari tecniche di intervento sia per quanto riguarda il suo utilizzo che la sua pulizia, sebbene tutto ciò possa essere fatto con ingredienti reperibili facilmente e molto naturali.

Potete pulire il marmo del piano di lavoro della cucina o del pavimento di casa con pochissima fatica. Con dei prodotti completamente naturali e low cost potete infatti pulire, sgrassare e lucidare ogni superficie di marmo che avete in casa e farla tornare a brillare come se fossero nuove grazie a prodotti portentosi come l’aceto e il bicarbonato.

Ecco alcuni segreti e metodi infallibili per pulire e lucidare il marmo in pochi minuti e senza fatica.

Pulire il marmo
Pulire il marmo

Rimedi naturali per pulire il marmo senza rovinarlo

• Quando il marmo è semplicemente sporco di polvere occorre ripulirlo con una spugna bagnata in acqua tiepida, e asciugato poi con un panno morbido di lana. Questa tecnica di pulizia, molto semplice, consente di eliminare quello che è sicuramente lo sporco superficiale, ma di certo se il danno è notevole, come nel caso delle incrostazioni, occorre utilizzare delle forme di pulizia più incisive.

• Per pulire e lucidare il marmo utilizzate l’alcool e il bicarbonato. In mezzo litro di acqua bollente versate tre cucchiai di alcool e due di bicarbonato. Mescolate tutti gli ingredienti e versate qualche goccia su un panno in microfibra. Strofinate energicamente e andranno via tutte le macchie di unto; inoltre, la lastra tornerà a brillare come fosse nuova.

• Provate anche a pulire il marmo con un mix di due parti di alcool e una di latte. Questo servirà a sgrassare e ad eliminare sporco e macchie di grasso. Infine, lucidate con acqua calda e aceto.

• Se, invece, dovete pulire il pavimento in marmo utilizzate due o tre litri di acqua e versateci un bicchiere di aceto. Questo primo passaggio servirà a dare una prima passata di lucido. Infine, lavate il pavimento con un detergente fai da te a base di bicarbonato e sapone di Marsiglia.

• Un mix portentoso è quello di aceto e bicarbonato. Questi due ingredienti insieme riescono a eliminare anche le macchie più ostinate e a sciogliere il grasso più incrostato. Aiutandovi con una spugnetta abrasiva strofinate e lasciate agire per cinque minuti. Ultimate passando uno strofinaccio imbevuto di solo aceto ed eliminate ogni residuo.

• Per pulire il marmo in maniera più profonda potreste utilizzare una pasta abrasiva leggera a base di cera. Quando le macchie sono specifiche, vanno utilizzati i solventi che normalmente verrebbero utilizzati per rimuovere la causa delle macchie stesse: così, se la macchia sul marmo è di smalto potrete utilizzare per rimuoverla l’acetone o il solvente per le unghie e così via. Applicate il prodotto solo sulle zone interessate e sempre con un panno morbido in cotone.

• Oltre ai detergenti, però, si può anche usare la pietra pomice per lucidare il marmo e renderlo come nuovo. Mischiate acqua e polvere di pomice in parti uguali e passatela sul marmo con una spugna da cucina.

Come lucidare il marmo

Se la pulizia del marmo ha però comportato il suo diventare opaco, dovreste ricorrere all’ausilio di olio paglierino oppure cera d’api, da applicarsi con un pennello.

Vanno lasciati in posa per una ventina di minuti e poi asportati con un panno di tela. Il lavoro di lucidatura è così terminato e il marmo torna all’antico suo splendore.

7 minuti al giorno per un corpo da favola!

TAG:
marmo pulire

ultimo aggiornamento: 11-01-2020


I benefici e le proprietà dell’acqua ai fiori d’arancio per il viso

Maschere e impacchi con l’olio di mandorle dolci