Come fare l’acqua di ananas

Una deliziosa e rinfrescante ricetta estiva


Logo Zalando 190x52

Qualità diuretiche, digestive, antinfiammatorie: l’ananas è un frutto davvero miracoloso per la salute. Aiuta anche a combattere la cellulite, la ritenzione idrica e la lenta digestione dei lipidi. Ma come assumerlo, se non come frutto fresco? Lo si può cuocere, friggere, abbinare a crudo ad altri ingredienti… oppure prepare l’acqua di ananas. Le acque aromatizzate in generale sono ricette semplici e rinfrescanti, e questa è l’ideale per beneficiare dei principi nutritivi dell’ananas. Anche a stomaco vuoto.

Preparazione dell’acqua di ananas

Ci sono tante ricette per ottenere questa buonissima bevanda. Ecco la più semplice: basta sbucciare mezzo ananas e avere a disposizione mezzo litro d’acqua. Il mezzo ananas va tagliato a tocchetti e messo nella brocca d’acqua. La bevanda deve riposare una notte, e al mattino è già bevibile! Per farla durare di più, dividerla in porzioni nell’arco della giornata. Importante: non aggiungere zucchero, perchè intaccherebbe le proprietà del rimedio. L’acqua di ananas si può conservare in frigo per 2 o 3 giorni.

Possibili variazioni

Come abbiamo detto, questa è la ricetta base. Ma si possono aggiungere anche altri ingredienti, come delle foglioline di menta. Dividere 2 o 4 fette di ananas in cubetti e metterle in un barattolo d’acqua insieme a 2 rametti di menta. Lasciare riposare per qualche ora in frigo (12 al massimo), e poi filtrare con un colino prima di bere. Con il frutto tolto dall’acqua si può sempre ricavare un gelato, una macedonia o un muesli per colazione. E ricordate: non è detto che l’ananas debba essere l’unico protagonista! Le acque aromatizzate si possono fare anche con fragole, mirtilli, anguria, cetrioli, lamponi, ciliegie, pesche e arance. Gli ingredienti aromatizzanti possono essere lime, limone, zenzero, menta, rosmarino, stevia. Perchè preparle? Perchè mantengono l’organismo idratato nelle calde giornate estive, e lo depurano.