L’igiene del vostro amico a quattro zampe è fondamentale. Ecco come disinfettare le zampe di cane e gatto, ma anche il pelo, al meglio!

La pulizia del vostro animale da compagnia è fondamentale ogni giorno. Sapere come disinfettare le zampe e il pelo di cane e gatto è indispensabile per mantenere il vostro amico e la casa puliti e liberi da germi e sporcizia. Il gatto ha un senso della pulizia molto più sviluppato del cane, ma entrambi, oggi più che mai, hanno bisogno di un piccolo aiuto per essere disinfettati come si deve anche tenere fuori dalla porta il virus SARS-Cov-2. Ma gli animali domestici sono un pericolo per il contagio? Ecco come disinfettarli al meglio!

Come disinfettare le zampe è il pelo di cane e gatto

Zampe
Zampe

Il momento dove il cane può maggiormente sporcarsi le zampe e portare in casa germi e batteri è sicuramente quello della passeggiata e quando si porta il proprio cane a fare i bisogni. Anche il gatto può sporcarsi le zampe se ha la libertà di uscire fuori casa, magari non nelle grandi città ma in paesi più tranquilli e meno trafficati.

Quando si torna a casa dopo la passeggiata è importante lavare bene le zampe del cane e, se riuscite, del gatto. Per farlo ci sono molti modi:

• Il lavaggio classico con acqua calda e sapone (meglio un sapone neutro, sapone di Marsiglia o sapone adatto agli animali). Riempite una bacinella di acqua calda, immergete le zampe del vostro peloso e massaggiatele con il sapone, poi risciacquate accuratamente. Ripetete il procedimento fino a che le zampette dell’animale non saranno belle pulite e ricordatevi poi di asciugarle ben bene.

Cane Tristezza
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/cane-triste-in-attesa-piano-2785074/

• Utilizzate le salviette igienizzanti a base di clorexidina (circa al 4%) o simili. La clorexidina è un forte agente antimicrobico in grado di eliminare virus e batteri. Si possono comprare al supermercato nella sezione dedicata agli animali, o su internet. Cercate di passarle bene su tutte le zampe e pulite a fondo anche se questo può voler dire utilizzare più di un panno.

• La terza alternativa è di lavarle con acqua ed euclorina, se il vostro animale riporta qualche escoriazione o taglietto. L’euclorina è una soluzione cutanea usata per disinfettare la pelle e probabilmente farete fatica ad applicarla sul vostro gatto ma non dovreste avere problemi con i cani. Una volta lavate le zampe asciugatele bene per evitare irritazioni.

Gatto
Gatto

La stessa attenzione deve essere dedicata al pelo, senza dimenticare di spazzolarlo giornalmente per togliere l’eccesso ed evitare che si sparga troppo per casa.

Cane e gatto: pericolo di contagio da COVID-19?

Come risponde anche il Governo, nel sito del Ministero della Salute, nel paragrafo “Animali” delle FAQ, non si può contrarre l’infezione dal proprio animale da compagnia. Si legge così: “No, al momento non vi è alcuna evidenza scientifica che gli animali da compagnia, quali cani e gatti, abbiano contratto l’infezione o possano diffonderla. Si raccomanda di lavare le mani frequentemente con acqua e sapone o usando soluzioni alcoliche dopo il contatto con gli animali”.

Non è comunque ancora chiaro se, anche non prendendolo, gli animali possano diventare “oggetti” veicolatori del virus della SARS-Cov-2. Per questo è bene fare maggiore attenzione in questo periodo, e disinfettare il vostro animale, magari muniti di mascherine e guanti, ogni volta che uscite a portarlo a fare i bisogni.

È vero che il virus non sopravvive molto sul terreno, ma è bene tutelarsi. Inoltre possiamo essere noi i primi veicolatori, toccando il nostro cane o gatto dopo essere rientrati dal lavoro (per chi ancora può lavorare dopo il nuovo decreto del premier Conte) o da fare la spesa. Prestare attenzione è quindi la soluzione migliore in questo periodo.

La quarantena fa ingrassare? Scarica QUI la dieta da seguire ai tempi del coronavirus.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
cane Gatto

ultimo aggiornamento: 07-04-2020


Macchie di albume addio: come fare per eliminarle in un batter d’occhio

Cura della pelle del viso: i migliori consigli della nonna