Collezione Moschino autunno 2016

La trasgressione diventa moda

chiudi

Caricamento Player...

Con un’atmosfera barocca e decadente, quest’anno la passerella di Moschino si è accesa – letteralmente – di novità e colpi di scena. Il direttore creativo Jeremy Scott ha lasciato tutti a bocca aperta con la collezione Moschino autunno 2016, tra borchie, inserti di cristallo e soprattutto abiti bruciati. Il tema rappresentato è il “falò della vanità” che domina il mondo della moda, in cui i tempi sono sempre più stretti e i ritmi soffocanti. Alcuni dei vestiti erano addirittura avvolti dal fumo!

Gli abiti più rock ‘n’ roll

I modelli bruciati sono sicuramente i più innovativi e sconvolgenti della linea, ma ce ne sono anche di più convenzionali. Moschino punta su colori dark come il nero, il viola, il blu elettrico e il rosso vermiglio. Materiali come pelle, pizzo e velluto sono ornati da catene di metallo, paillettes, cristalli e persino frammenti di specchi. Tra le fantasie dominano i teschi, gli scheletri e le sigarette – che fanno anche da orecchini. Le forme sono prevalentemente asimmetriche, con enormi fiocchi di raso sovrapposti a gonne in pelle. Gli accessori, specie scarpe e berretti, riportano il nome del brand o la scritta Warrior (guerriera): la perfetta descrizione della donna Moschino.

Collezione Moschino autunno 2016: il meglio

Davanti a un pubblico sconvolto e ammaliato, Moschino ha presentato meravigliosi abiti da sera “rovinati” da un piccolo particolare. Le bruciature strategiche sparse sul tessuto scoprono parte di quello sottostante, o addirittura la pelle della modella. Altre accorciano in maniera irregolare il bordo dei vestiti, creando uno scenario quasi post-apocalittico. Colori come il blu intenso e il rosa antico risultano di conseguenza ingialliti in vari punti, e si alternano a inserti di tulle e paillettes. Ma il vero colpo di scena è l’abito candelabro, composto da un semplice tubino nero lungo con sopra un vero e proprio lampadario!