Città d’arte in Italia: Teramo

Teramo, in Abruzzo, è una città ideale per gli amanti delle vacanze tra arte e natura.

chiudi

Caricamento Player...

La catena del Gran Sasso e il massiccio della Laga fanno da cornice alla città di Teramo, che sorge in quella che in passato era la colonia romana di Interamnia. Su questa zona venne eretta la Teramo medievale, oggi ancora visibile grazie ai portici e alle stradine che si snodano per la città.

Cosa vedere a Teramo

Nel centro storico di Teramo si trova il Duomo, di stile medioevale. Al suo interno è custodito il paliotto d’argento dorato di Nicola da Guardiagrele, “l’Antependium di Teramo”. Quest’opera, attraverso trentacinque formelle, racconta la storia della vita di Cristo. Vicino al Duomo si possono inoltre ammirare il teatro e l’anfiteatro romano, fantastiche testimonianze del periodo imperiale della città. Il tour di Teramo può proseguire con la visita al Delfico del 1700, al Museo Archeologico e alla Pinacoteca che hanno sede in un edificio neoclassico nei giardini della Villa Comunale.

Tanti anche gli edifici religiosi di rilevanza artistica. Tra di essi, particolarmente degni di nota sono la Chiesa di San Domenico, la cattedrale di Sant’Anna e il Santuario della Madonna delle Grazie.

A Teramo hanno inoltre rilevanza storica i chiostri, come quello della Madonna delle Grazie, quello di Sant’Antonio e quello di San Domenico. Il più importante è il Chiostro di San Giovanni, formato da un’area rettangolare porticata su tre lati. Su un portico laterale si trova una fontana in pietra racchiusa in una nicchia incorniciata da conci di pietra intagliata.

Da non sottovalutare la posizione privilegiata di Teramo: in una ventina di minuti si può infatti raggiungere la riviera adriatica dell’Abruzzo e in mezz’ora il massiccio del Gran Sasso. In città e nei suoi dintorni, soprattutto nel periodo estivo, si svolgono sagre ed eventi a tema enogastronomico.

Fonte foto copertina: www.wikipedia.org