Cinque cose da fare in Trentino in autunno

Arte, tradizioni e buon cibo nell’autunno 2016

chiudi

Caricamento Player...

Cinque cose da fare in Trenino in autunno vi porteranno alla scoperta del divisionismo trentino e di tradizioni tribali.

Arte e tradizioni

Divisionismi dopo il Divisionismo è il titolo della mostra che proseguirà fino al 16 Ottobre nella Galleria Civica Segantini di Arco (in provincia di Trento). La mostra si propone di approfondire il rapporto tra Giovanni Segantini, maestro del Divisionismo italiano e tutti quelle variazioni artistiche che si sarebbero dipanate dal Divisionismo Storico e il Futurismo. Le influenze del divisionismo sugli artisti attivi fino agli anni Trenta e Quaranta del Novecento saranno esplicate dalle opere di Luigi Bonazza e vito Timmel, che si espressero attraverso una tecnica che potrebbe essere definita puntinismo post litteram.

I Fuochi di San Martino sono falò tradizionali che vengono accesi l’11 Novembre di ogni anno in località Predazzo, per onorare la festa del santo patrono. Gli abitanti dei vari rioni di Predazzo si sfidano per innalzare fiamme più alte degli altri e, quando i falò si avviano ad essere spenti, parte un corteo che al suono di campanacci e corni raggiunge la piazza del paese, dove la festa continua per tutta la notte. Un’occasione da non perdere per immergersi nelle inaspettate tradizioni quasi tribali del Trentino Alto Adige.

Cinque cose da fare in Trentino in autunno: scoprire cibo, flora e fauna

Assaggi d’Autunno è una fiera gastronomica e culturale che si terrà il 15 e il 16 Ottobre  presso i Giardini al Sarca delle Terme di Comano. La degustazione di piatti a base del pesce tradizionalmente pescato nell’area come il salmerino e la trota saranno l’evento principale della fiera. I racconti di antiche storie trentine accompagneranno i visitatori fino al contest musicale per band emergenti organizzata dalla pro loco.

Tra il 22 e il 23 Ottobre si svolgerà a Rovereto, nel Parco Naturale del Monte Baldo, la Festa della Castagna. Saranno proposte degustazioni e naturalmente menu a tema che utilizzeranno i marroni come in gradiente principale. Le degustazioni di vini insegneranno a individuare l’accoppiamento più adatto per i sapori tipicamente autunnali. Durante entrambi i giorni saranno inoltre organizzate escursioni nel paese e nei suoi immediati dintorni per osservare il lavoro degli artigiani intenti a lavorare i tipici formaggi trentini.

La natura della Toscana non offre soltanto ottimi prodotti dell’agricoltura, ma anche la possibilità di andare alla scoperta di tutti quei piccoli animali notturni che popolano le colline e le campagne toscane. Il 29 Ottobre a Levico Terme sarà organizzato l’evento Alla Scoperta dei Pipistrelli durante il quale esperti naturalisti introdurranno tutti i partecipanti alla scoperta di pipistrelli e gufi che vivono intorno al Forte delle Benne. Alla fine della serata si andrà a caccia di volatili con i bar detector, gli strumenti appositi che vengono utilizzati dagli esperti per individuare la posizione dei volatili notturni.