Cinque cose da non perdere a Torino nell’autunno 2016

Arte culinaria, magia, birra nel capoluogo piemontese

chiudi

Caricamento Player...

Cinque cose da non perdere a Torino in autunno accontentano tutti: gli appassionati di esoterismo, di birre tedesche e di arte.

Come si mangiava e come si beve a Torino

L’Archivio Storico di Torino esporrà dal 16 Settembre al 28 Gennaio 2017 una mostra probabilmente unica nel suo genere: Invito a Pranzo in Archivio. Si tratta, come si evince dal nome, di una raccolta interessantissima dei menu ufficiali che venivano stilati, preparati e serviti in occasioni di grandi ricevimenti o altre occasioni speciali nei palazzi reali durante l’Ottocento e soprattutto i primi del Novecento.
Sempre incentrata sul cibo, ma certamente di tutto un altro tenore, è l’Oktoberfest, che sarà a Torino dal 13 al 23 Ottobre presso il Lingotto. Pretzel, Wrustel, crauti e musica bavarese dal vivo saranno il degno accompagnamento delle molte pinte di birra che gli appassionati andranno ad onorare, ripetendo probabilmente il grandissimo successo dell’edizione passata.

Cinque cose da fare a Torino in autunno: suggestioni Art Nuveau, fantastico e magia

Fino al 6 Novembre la mostra Organismi, inaugurata a Giugno presso il GAM (Galleria d’Arte Moderna), esplora le suggestioni che il mondo naturale ha prodotto nell’arte nel corso dei secoli, dal decorativismo dell’Art Nuveau fino al più moderno design e alla fotografia. Oggetti d’arte e materiale scientifico (come i disegni realizzati dallo scopritore del neurone) vengono accostati per suggerire tra di essi parallelismi e relazioni.

La magia è profondamente radicata nel capoluogo piemontese, che si trova al vertice di due triangoli, quello della magia bianca e della magia nera. Tutti coloro che subiscono il fascino di questi argomenti e soprattutto delle vecchie storie di fantasmi troverà pane per i suoi denti durante l’itinerario organizzato dall’associazione culturale  Somewhere dal titolo Torino Magica.
Dal 15 Settembre al 29 Ottobre si potrà visitare la mostra Seduzioni del Fantastico, durante la quale saranno esposte le opere di artisti piemontesi la cui arte può essere definita “fanstastica”. Dal surrealismo, all’esoterico fino al semplice immaginario, le 14 opere esposte spaziano in ogni ambito dell’irreale.