Tutte le imprese di Silvio Berlusconi

Sia in campo politico che nella comunicazione Silvio Berlusconi ha dimostrato grandi capacità imprenditoriali e manageriali: ecco le sue imprese

chiudi

Caricamento Player...

Silvio Berlusconi è un uomo dalle mille imprese. Imprenditore e politico di successo è riuscito a creare un impero economico diventando uno degli uomini più potenti ed influenti al mondo. Sia in campo politico che nel settore della comunicazione ha saputo imporsi dimostrando grandi capacità imprenditoriali e manageriali. Nato in una piccola famiglia della borghesia milanese, padre banchiere e madre casalinga, ha vissuto buona parte della sua infanzia tra Saronno e Lomazzo. Diplomatosi ha proseguito gli studi laureandosi con il massimo dei voti presso l’Università Statale di Milano con una tesi di laurea in diritto commerciale.

Le imprese nel settore edilizio

Nel 1961 Silvio Berlusconi si dedica all’attività di agente immobiliare. Il settore edilizio è la sua prima conquista. Fondata la Cantieri Riuniti Milanesi srl con il costruttore Pietro Canali investe in un terreno sito in Via Alciati a Milani. Alcuni anni dopo fonda la Edilnord Sas e nel 1964 viene aperto un cantiere a Brugherio per costruire una città modello di circa 4000 abitanti. Nel 1968 nasce la Edilnord 2 in società con la cugina Lidia Borsani con cui Berlusconi investe acquistando 712000 metri quadrati di terreno nel comune di Segrate. Qui sorgerà la Milano Due. Nel 1972, liquidata la Edilnord, Silvio Berlusconi fonda la Edilnord Centri Residenziali Sas. Un’attività edilizia proficua e di tale successo da essere nominato nel 1977 cavaliere del lavoro dall’allora Presidente della Repubblica Giovanni Leone.

Le imprese nella comunicazione

Dopo le imprese nel settore dell’edilizia, Silvio Berlusconi decide di ampliare il suo raggio d’azione investendo anche nel settore della comunicazione e dell’editoria. Nel 1978 rileva Telemilano che trasformerà nella rete televisiva Canale 5. Nello stesso anno fonda la Fininvest, una holding che si occupa di tutte le sue attività imprenditoriali. Dal 1981 Silvio Berlusconi comincia ad utilizzare la sua Canale 5 come una vera e propria rete nazionale con tanto di programmazione televisiva e pubblicità. Nel 1982 acquista anche le reti Italia 1 e Rete 4. Ma non finisce qui! Silvio Berlusconi, infatti, nel gennaio 1990 acquista la maggioranza azionaria del gruppo Mondadori diventando così il principale editore italiano. Diventa socio per diversi anni anche del canale di distribuzione Blockbuster e di buona parte del gruppo Medusa Film.

Le imprese in politica

Nel 1993 Silvio Berlusconi fonda il nuovo partito di centrodestra Forza Italia e annuncia la sua discesa in politica. Nel 1994 il partito di Forza Italia vince le elezioni politiche e Silvio Berlusconi a maggio forma il suo primo governo. In realtà la prima esperienza parlamenterà del Cavaliera avrà vita breve. La Lega Nord di Umberto Bossi gli volta le spalle costringendolo a rassegnare le proprie dimissioni. Nonostante la caduta Silvio Berlusconi si ripresenta alle prossime elezioni riuscendo nel 2001 a salire al potere con la vittoria della Casa delle Libertà, una coalizione siglata con i principali partiti di centrodestra. Una carriera politica longeva fatti di alti e bassi, che hanno segnato la storia culturale del nostro paese al punto da coniare il termine “berlusconismo”.

(fonte foto: Facebook)