Viaggio nel cuore dell’Ungheria

È ora di partire ma manca l’ispirazione giusta? Senza andare troppo lontano, le capitali europee offrono patrimoni storici e artistici di incredibile bellezza, e quelle maggiormente rivalutate di recente sono nell’Europa dell’Est: Bucarest, Budapest, Sofia… Se l’Ungheria è la meta scelta, meglio armarsi di carta e penna e annotarsi le cinque cose da vedere a Budapest: una città dal fascino quasi decadente che non può non lasciare affascinati.

Cinque cose da vedere a Budapest (e da non dimenticare)

  1. Il Quartiere della Fortezza (Vàrnegyed). Situato sul colle di Buda, costituisce la parte vecchia della città ed è raggiungibile per mezzo della suggestiva funicolare Siklò, che parte dal Ponte delle Catene. Nel 1988 il quartiere è diventato Patrimonio dell’UNESCO ed è pieno di monumenti, chiese e musei.
  2. Sempre sul colle di Buda, ma meritevole di una visita a sè, è il Bastione dei Pescatori (Halászbástya): terrazza panoramica con vista sul Danubio abbellita da chiostri e scalinate. Le sette torrette presenti rappresentano le sette tribù magiare che conquistarono l’Ungheria prima che si chiamasse tale.
  3. Pest, la città moderna: le attrazioni principali sono il Parlamento ungherese e la Basilica di Santo Stefano. Il palazzo del Parlamento, in stile neogotico, si trova sul Danubio ed è l’edificio più grande del Paese; la chiesa invece è la più grande di Budapest ed è in stile neoclassico.
  4. La Sinagoga grande di Budapest: il più grande edificio di culto ebraico d’Europa e secondo del mondo (dopo la sinagoga di Manhattan, costruita a sua immagine). Ospita fino a 3 mila fedeli e ha un’architettura moresca, neobizantina e neoromanica.
  5. Il Parco delle Statue o Memento Park, che raccoglie le sculture simbolo del regime comunista caduto. Tra queste, spiccano i busti di Marx ed Engels e i piedi di una statua di Lenin. Visitabile dalle 10 al tramonto.

Truccarsi a 50 anni per la laurea

Cinque cose da fare a Copenaghen