Quali sono i cibi sgonfia pancia? E da quali alimenti invece bisognerebbe astenersi se si vuole ridurre il gonfiore con la dieta?

La pancia gonfia oltre a derivare da patologie intestinali è spesso dovuta a un rallentamento del transito intestinale che deriva a sua volta da uno scorretto stile di vita. Per questo motivo conoscere i cibi sgonfia pancia e sapere quali sono, invece, gli alimenti da evitare può alleviare efficacemente la sensazione di tensione che interessa stomaco e intestino. In ogni caso è bene sapere che il gonfiore non può essere sempre attribuito all’alimentazione e che potrebbe quindi richiedere esami più approfonditi.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Cibi che sgonfiano

Tra gli alimenti che favoriscono l’eliminazione dei gas intestinali e riducono la fermentazione ci sono mele, mirtilli, pasta e riso, tra le verdure che sgonfiano abbiamo principalmente finocchio e menta. Per ridurre il gonfiore è importante anche assumere associazioni di proteine e verdure evitando i pasti difficili da digerire come fritture, alimenti speziati, grassi e piccanti.

Cibi sani
Cibi sani

Da evitare i legumi che hanno invece un effetto contrario e vanno a stimolare la produzione di gas. Tante anche le verdure da cui astenersi come cavolfiori, melanzane, asparagi, carciofi, cavoli e broccoli. E per quanto riguarda le spezie? Per ridurre il gonfiore si possono usare tisane e decotti a base di cumino, anice, finocchio, camomilla, menta, melissa o angelica. Tutti rimedi erboristici con azione digestiva e in alcuni casi come il finocchio anche in grado di ridurre i processi fermentativi alleviando il gonfiore.

Cosa mangiare per sgonfiare la pancia: attenzione ai FODMAPs

In alcuni casi il gonfiore addominale può essere provocato da un accumulo di gas prodotti dalla flora batterica per via di problemi di assorbimento di alcuni alimenti. Tra gli esempi di malassorbimento c’è quello dei carboidrati, i cosiddetti FODMAPs. Con questa sigla ci si riferisce a Oligosaccaridi, Disaccaridi, Monosaccaridi Fermentabili e Polioli, ovvero carboidrati presenti in quasi tutti gli alimenti.

quinoa
quinoa

Vista la loro diffusione e l’impossibilità di escluderli dalla dieta, è bene comunque sapere quali sono i cibi dal basso contenuto di FODMAPs. Tra questi rientrano uova, pesce, riso, avena, patate, piselli, quinoa, carote, verza, cetrioli, carni non lavorate, arance, fragole, banane, spinaci e zucchine.

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 03-10-2021


Quali sono le possibili cause del dolore al piede?

Dieta dissociata: come funziona e quali sono le regole da rispettare