Chi sono i protagonisti di Tiramisù?

Sogni, amore e compromessi di un Antonio qualunque

chiudi

Caricamento Player...

Chi sono i protagonisti di Tiramisù? Il nuovo film di Fabio de Luigi, la sua opera prima in veste di regista, racconta vicende e disavventure di Antonio (interpretato dallo stesso De Luigi) e di Aurora (sua moglie). Coppia in crisi attorniata da amici e parenti intenti a fare a botte con la vita da adulti, Antonio vince la partita con la fortuna grazie alla passione di Aurora per la cucina (è lei l’autrice del tiramisù che da il titolo al film). Dopo essersi trasformato nell’uomo che non è mai stato si troverà a fare i conti con il successo e il prezzo che è disposto a pagare per mantenerlo.

Chi sono i protagonisti di Tiramisù …

Fabio de Luigi ha preso molto sul serio il suo nuovo ruolo di regista, con tutte le paure e le paranoie del caso. Interrogato su come abbia scelto l’attrice per il ruolo di Aurora, sua moglie, Fabio ha detto di aver pensato subito a Vittoria Puccini, per la sua fisicità e per le sue capacità di attrice. La Puccini non lo ha affatto deluso, anzi. Durante le riprese del film De Luigi ha confessato che la sua maggior preoccupazione era di non essere all’altezza di Vittoria, che si dimostrava ad ogni ripresa più brava di quanto lui stesso si aspettava. Fortunatamente per tutti, regista e attrice sono entusiasti della riuscita delle riprese.

… e i coprotagonisti

Angelo Duro, anche lui comico con alle spalle una buona popolarità televisiva guadagnata soprattutto durante il programma “Le Iene”, è un esordiente esattamente come De Luigi. Il primo ruolo cinematografico in cui si cimenta Duro è quello di Franco, trentenne separato con una bambina di sette anni che passa la vita in un’eterna seconda adolescenza, ruzzolando da una modella all’altra.
Colorado è stata invece il banco di prova di Alberto Farina, che si è fatto conoscere negli anni passati per il cinismo romanesco dei suoi monologhi sui veri problemi della vita: i soldi (che non ci sono), le donne (quando ci sono) e tutto il resto (le corna, la mamma, i vicini razzisti e daltonici). In Tiramisù è Marco, gestore depresso di un’enoteca in via di fallimento, pieno di debiti, disfattista come molti, comico come pochi.