Capodanno in TV su Raiuno con “L’anno che verrà”: come rivedere online

Vuoi rivedere online “L’anno che verrà”? Ecco i link dove è possibile rivedere l’evento speciale di Capodanno trasmesso su Raiuno

chiudi

Caricamento Player...

Raiuno si prepara a festeggiare l’arrivo del 2017 con lo speciale appuntamento televisivo de “L’anno che verrà” trasmesso per la prima volta in diretta dalla splendida Piazza Mario Pagano nei pressi del Teatro Stabile di Potenza.

L’anno che verrà

“L’anno che verrà” si conferma il tradizionale appuntamento di Capodanno della Rai. Il programma televisivo, trasmesso per la prima volta nel 2003, festeggia quest’anno il suo 13imo compleanno con una nuova edizione affidata alla conduzione di Amadeus e Teo Teocoli. Il presentatore e il comico saranno i padroni di casa della trasmissione televisiva trasmessa in diretta televisiva sabato 31 dicembre 2016 dalle ore 21.00 fino alle 02.00 del 1 gennaio 2017. Una notte di musica, canzoni e momenti comici che accompagneranno il pubblico in piazza e quello della casa nel passaggio dal 2016 al 2017. Per un anno che giunge al termine ce ne è già uno pronto a cominciare. A celebrare l’arrivo del 2017 ci saranno tantissimi ospiti e personaggi del mondo dello spettacolo e della musica tra cui: Renzo Arbore, Nek, Arisa, Edoardo Bennato e Noemi. Non mancheranno poi siparietti comici con Leonardo Fiaschi.

Come rivedere online

Vuoi rivedere online lo speciale televisivo “L’anno che verrà“? Sei curioso di rivedere le esibizioni dei cantanti, italiani e stranieri, che hanno festeggiato l’arrivo del nuovo anno in diretta televisiva su Raiuno? “L’anno che verrà” come ogni anno ritorna in televisione con lo speciale evento dedicato alla lunga notte di Capodanno con la partecipazione di importanti personaggi del mondo dello spettacolo che brindano al nuovo anno con i telespettatori di Raiuno. Per chi si fosse perso l’evento speciale trasmessa sabato 31 dicembre 2016 in diretta su Raiuno e contemporaneamente sul canale HD 501 e in diretta radiofonica su Rai Radio1 è possibile recuperarla collegandosi al sito ufficiale della trasmissione.