Capodanno 2021: cosa fare, regole, attività aperte e divieti per il 31 dicembre e il 1° gennaio. Ecco tutto quello che bisogna sapere.

Capodanno 2021 sarà all’insegna del Covid e delle restizioni figlie dello stato di emergenza che ha contraddistinto questo tremendo anno. Ma cosa si potrà fare e cosa no in questi giorni di festa? Il 31 dicembre torna in tutta Italia la zona rossa, che resterà attiva per quattro giorni fino al 3 gennaio del nuovo anno. Ecco quindi quali sono le regole e le attività consentite in questo periodo.

Le regole per il Capodanno 2021: orari e coprifuoco

Sarà pure l’ultimo giorno dell’anno, ma con la zona rossa non cambiano le regole per i giorni che vanno dal 31 dicembre al 3 gennaio. Rispetto a quanto abbiamo vissuto a Natale, le regole sono anzi ancora più restrittive, con un coprifuoco che si allunga di 2 ore tra il 31 dicembre e il 1° gennaio: saranno vietati completamente gli spostamenti dalle 22 alle 7 (e non alle 5).

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

Autocertificazione
Autocertificazione

Per quattro giorni con il ritorno della zona rossa non potremo uscire di casa, salvo casi di necessità, lavoro o salute (e ogni movimento dovrà essere giustificato attraverso l’autocertificazione). Resta però attiva la deroga per una visita a parenti o amici una volta al giorno anche in altri Comuni ma sempre rimanendo nella stessa Regione, per un massimo di due persone (esclusi i minori di 14 anni e i conviventi disabili o non autosufficienti) e solo dalle 5 alle 22.

Restano chiuse le discoteche, e dunque non saranno consentite le feste nei locali. Divieto anche di botti e fuochi d’artificio. Una restrizione legata al coprifuoco ma che è stata esplicitata in alcune città, tra cui Napoli, Palermo, Treviso, Bari, Cesenatico e Desio, con multe salate (da 500 euro a salire) per chi dovesse contravvenire.

Capodanno 2021: cosa si può fare

Con il ritorno della zona rossa, torna anche la chiusura dei negozi. Restano aperte solo le attività necessarie, supermercati, beni alimentari, farmacie, parafarmacie, librerie, edicole, tabaccherie, lavanderie, parrucchieri e barbieri. Abbassano invece le saracinesche i centri estetici, i bar e i ristoranti, che potranno però continuare con il servizio di asporto fino alle 22 e le consegne a domicilio senza vincoli di orario. Vietate le feste e i cenoni anche negli alberghi, ma è possibile celebrare il nuovo anno all’interno delle rispettive stanze usufruendo del servizio in camera.

Per quanto riguarda l’attività motoria, è consentita nei pressi della propria abitazione ma solo in forma individuale. Sono aperte le chiese e saranno celebrate le funzioni religiose, ma solo nei limiti imposti dal coprifuoco. Infine, per le attività di volontariato e assistenziali, restano consentiti gli spostamenti senza limiti di orario.

Di seguito i suggerimenti per delle feste sicure del ministero della Salute:


Le persone più cercate su Google nel 2020: al primo posto c’è Zanardi

I migliori orologi Fitbit: ecco quali scegliere