I cani guida sono dei compagni di vita per chi ha problemi di vario genere e, in particolare, per i non vedenti. Scopriamo cosa fanno e qual è il loro percorso.

I cani guida sono quegli esemplari che vengono addestrati per poter essere d’aiuto a persone con problemi di vario tipo. I più noti sono i cani guida per ciechi che dopo un adeguato addestramento diventano in tutti i sensi gli occhi della persona alla quale si accompagnano. Degli amici preziosi che diventano tali dopo una serie di fasi che in pochi conoscono. Proviamo quindi a capirne di più per comprendere al meglio il loro mondo.

Cane per non vedenti: cosa fa e come diventa tale

Il cane per ciechi è un cane che viene addestrato per accompagnare una persona che non vede e per sostenerla in qualsiasi circostanza diventando a tutti gli effetti i suoi occhi.

cane guida per ciechi
cane guida per ciechi

Rientra nella categoria dei cani d’assistenza e per questo può accompagnare il suo umano in ogni luogo.
In genere, il cane guida viene scelto tra razze specifiche che sono il Labrador, il Golden Retriever e il Pastore tedesco. In alcuni casi, però, possono essere scelti anche cani diversi.

A fare la differenza nel cane per ciechi è l’addestramento che questo riceve fin da piccolissimo e che lo rende in grado di pensare all’incolumità del suo umano e di sapersi comportare bene in ogni circostanza. Per questo motivo, a questo scopo vengono scelti solo cani per ciechi che dimostrano di avere il temperamento, la pazienza e tutti i requisiti che servono per ricoprire questo ruolo.

Come ottenere un cane per non vedenti

Per poter ottenere un cane per non vedenti è indispensabile avere un certificato medico che attesti la mancanza della vista. Fatto ciò si compilerà un modulo dopo il quale si potrà iniziare la conoscenza con un cane che inizialmente verrà dato solo in prova. È infatti essenziale che tra cane e umano si crei in rapporto di affetto e fiducia senza il quale il rapporto di convivenza e assistenza non funzionerebbe.

In genere, esiste anche la possibilità di prendere (solo per un breve periodo di tempo) un cane in fase di addestramento. I cani guida Lions, ad esempio, rientrano nel progetto puppy walker. Iniziativa che consente a chiunque abbia tempo e requisiti di prenderne uno per insegnargli a socializzare.
In genere, il tempo previsto è di 10 mesi e in quel frangente il cane viene ovviamente seguito anche dagli operatori della Lions che si occuperanno del suo addestramento.

Nei rari casi in cui il cagnolino non dovesse dimostrarsi adatto al suo ruolo, verrà dato in adozione. E tutto per vivere una vita più adatta alle sue esigenze. Si tratta quindi di un’iniziativa importante e alla quale aderire solo se si è certi di poterla gestire adeguatamente.

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 09-12-2021


Cane pugnalato e investito: volevano liberarsi di lui ma sopravvive

Ornella Vanoni: tutto sul cane che ha conquistato il suo cuore