British longhair: ecco tutto quel che c’è da sapere su questa razza, sulle sue caratteristiche e su quanto costa.

Il British longhair, noto anche come gatto Highlander è un animale domestico di taglia media e originario della Gran Bretagna. Muscoloso e con un manto lungo e fitto si rivela un esemplare particolare per via del carattere insolitamente dolce e per il suo essere estremamente pigro.

British longhair: carattere e particolarità

Il British longhair appartiene alle razze di gatto a pelo lungo. Considerato un mix tra lo shorthair ed il persiano, si dimostra simile a loro anche per alcuni tratti caratteriali.

british longhair
british longhair

Si tratta infatti di un gatto che si mostra sempre calmo e rilassato e che ama in modo particolare la vita casalinga. Amante delle coccole, adora il contatto fisico e si rivela molto legato agli umani con i quali vive. È anche un micio molto pigro e per questo è importante cercare di incentivarlo a muoversi spronandolo a giocare. Di indole curiosa, si dimostra molto intelligente ed in grado di capire al meglio le indicazioni che gli vengono date.

Adatto alla vita in famiglia, va d’accordo con i bambini e si adatta facilmente anche alla presenza di altri animali. Inoltre, al contrario di molte altre razze, non si stressa in caso di cambiamenti nello stile di vita o di viaggi con la famiglia.

British longhair: prezzo e spese varie

Il gatto British longhair ha un costo che sia aggira dai 500 ai 1000 euro circa.
A queste spese vanno poi aggiunge quelle del veterinario e quelle per l’acquisto di cibo di buona qualità. Cibo che dovrà essere dato in modo congruo in quanto la mancanza di movimento spinge questa razza a mettere su peso. Sempre per via della pigrizia, sono da prendere in considerazione dei giochi in grado di stimolarlo a muoversi di più e a non poltrire tutto il giorno sul divano.

Per il resto, non ci sono altre grandi spese da annoverare. Anche la toelettatura può infatti essere effettuata a casa anche se per via del sottopelo molto spesso è necessario effettuarla nel modo corretto e dedicargli il giusto tempo.

Infine va considerato che questo gatto non ama stare troppo a lungo da solo. Prima di prenderne uno con se va quindi considerato quanto tempo si ha da dedicargli per farlo vivere al meglio.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 07-05-2022


Donatella Versace: il cane si chiama come l’indimenticabile Hepburn