Benedetta Barzini: donne, svegliatevi!

Benedetta Barzini ha ricevuto il Premio Victoria per avuto il coraggio di reinventarsi e lancia un appello a tutte noi: “Finché le donne non si sveglieranno…”

Orgogliosa, femminista e autodidatta: la 75enne Benedetta Barzini è nota ai più per esser stata la prima modella italiana su Vogue. Scoperta a soli 20 anni, ha alle spalle una carriera di tutto rispetto, non solo come modella, ma anche come giornalista e insegnante. Per questo è stata insignita del Premio Victoria, il riconoscimento elargito da Procter&Gamble alle donne over 50 che hanno avuto il coraggio di reinventarsi e liberarsi dagli stereotipi, riscrivendo la propria vita.

Ex top model, mamma, insegnante universitaria e giornalista, ancora oggi Benedetta Barzini non ha abbandonato la carriera di modella: continua a posare per i grandi stilisti, ma abbraccia la sua età. “Invecchiare significa accettare di avere l’età che si ha, non far finta di averne 20 di meno“, racconta a Vanity Fair.

L’appello di Benedetta Barzini alle donne

“Non mi interessa la donna di 60 o 70 anni che si mantiene bene, mi interessano i problemi di fondo. La consapevolezza è fondamentale e non significa mettersi a fare battaglie rivoluzionarie. Finché le donne non si sveglieranno, non cambierà nulla, ha raccontato a Vanity Fair.

Benedetta Barzini
Fonte foto: https://www.instagram.com/annmariamccarthy/?hl=it

L’icona dalla biografia molto interessante, dalle pagine del magazine, ha invitato le donne a pensare, farsi domande e non accettare vincoli e convenzioni. Lei stessa ha iniziato a farsi domande dopo aver compiuto 50 anni: da bambina osservava il mondo, ma non aveva nessuno con cui condividere i suoi dubbi, nessuno con cui parlare. Pian piano ha iniziato ad emanciparsi, trasformare il dolore in riflessione.

Persino sul movimento #Metoo ha detto la sua, seppur dichiarandosi estranea a molestie e aggressioni: “Non basta dichiarare che un maschio significativo ti ha messo le mani addosso, io voglio che un movimento di donne importanti riesca a dire qualcosa di più“, ha detto a Vanity Fair.

Benedetta Barzini vuole farci riflettere, vuole che le donne vadano più a fondo: perchè le donne non hanno un cognome? Perchè metà dell’umanità non ha voce? E perchè non se ne parla mai?

E infine: perchè, ancora oggi, non esiste e non riesce ad affermarsi un pensiero femminile che sia complementare a quello maschile? “Il nostro cervello è stato atrofizzato in milioni di anni senza studio. A scuola studiamo quello che hanno fatto i maschi. Non abbiamo delle fondamenta a cui aggrapparci“, questa è la risposta di Benedetta.

Fonte foto: https://www.instagram.com/annmariamccarthy/?hl=it

ultimo aggiornamento: 20-09-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X