Alessia Marcuzzi ha abbandonato i palchi di Mediaset dopo una carriera lunga 25 anni: in un’intervista a Vanity Fair, la conduttrice rivela i motivi della scelta.

Quello tra Mediaset e Alessia Marcuzzi è senza ombra di dubbio uno dei matrimoni più iconici e prolifici della televisione italiana. La conduttrice televisiva, infatti, ha collaborato con la rete per ben 25 anni. La sua è stata una carriera ricca di successo e soddisfazioni, eppure la Marcuzzi ha deciso di dire addio a Mediaset.
Nel corso di un’intervista al settimanale Vanity Fair, Alessia rivela i veri motivi che l’hanno spinta a prendere questa decisione.

La rivelazione

“Quando non ti riconosci più, e non c’entra quello che fai e hai sempre fatto, ma c’entri tu, è obbligatorio chiedersi: “Che cosa vuoi diventare? E rispondersi”, dice Alessia.
Dopotutto, la domanda “cosa vuoi fare nella vita? Che cosa vorresti diventare?” è un dubbio che attraversa la vita di tutti. A volte, tuttavia, questo (apparentemente) semplice quesito diventa un’esigenza che non si può ignorare. Prendersi del tempo per interrogarsi e sperimentare sovente significa mettere in discussione i pilastri stessi del nostro essere.
La Marcuzzi continua così: “Mi sono detta: “Alessia, sei fortunata, sì, e tantissimo, ma sei davvero quello che ti piace? Quello che vuoi essere?”. E così ho cominciato a ridisegnarmi. A pensare. Mi sono fermata: c’era necessità di capire.”

L’addio di Alessia Marcuzzi a Mediaset è nato quindi da una necessità spirituale, una voglia di sperimentare e assecondare quello che lei stessa definisce “un richiamo, un’urgenza di libertà.”

ultimo aggiornamento: 04-08-2021


La rivelazione di Simone Biles: la zia è scomparsa due giorni prima della finale

Francesco Sarcina papà per la terza volta? L’indiscrezione