Acquistare i biglietti della Lotteria Italia

Un gioco tra tradizione e modernità

chiudi

Caricamento Player...

Sarà un po’ strano da credere, ma la lotteria ha origini antichissime. Sembra che i Romani la organizzassero durante i Saturnalia, ma è soltanto dal 15° secolo che il gioco è stato ufficialmente documentato in Belgio e Olanda. La prima lotteria italiana moderna si è svolta nel 1932, abbinata a una gara automobilistica. Dal 1988, la sua gestione è affidata all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Si può dire che gli stessi biglietti della Lotteria Italia documentino l’evoluzione del Paese con le loro raffigurazioni, che oggi rappresentano lo sviluppo della tecnologia e della comunicazione. Ecco quindi dove comprarli e che cosa fare in seguito.

Dove e quando

La vendita dei biglietti della lotteria dura circa novanta giorni, prima dell’estrazione in diretta televisiva del 6 gennaio. Tutti i tagliandi venduti, indipendentemente dal giorno, hanno uguale possibilità di essere vincenti. La rete di vendita ufficiale è composta da ricevitorie del gioco del lotto, tabaccai e autogrill. Oltre al pagamento di 5 euro al momento dell’acquisto, al partecipante non è richiesta alcuna azione se non quella di aspettare il giorno dell’Epifania. Nel frattempo, però, è possibile giocare a I proverbi della fortuna e vincere fino a 50mila euro!

Biglietti della Lotteria Italia: gratta le coccinelle e vinci

Lungo il lato destro del biglietto si trovano quattro coccinelle. Il gioco è semplice: se grattandole si trovano due simboli uguali, si ha diritto a un premio che va dai 5 ai 50.000 euro. Per quelli fino a 500 euro, la cifra può essere riscossa direttamente in ricevitoria. Per il premio più alto, invece, bisogna presentare il tagliando vincente all’Ufficio Premi di Lotterie Nazionali Srl, Viale del Campo Boario 56/D – 00154 Roma; o presso uno sportello Intesa San Paolo. In questo caso la banca rilascia una ricevuta al partecipante e provvede poi a inoltrare il biglietto all’Ufficio Premi. Facile, no?