L’aceto di mele è un portento! Grazie alle sue proprietà porta tanti benefici all’organismo, e si può utilizzare in diversi modi, anche alternativi.

L’aceto di mele è prodotto dalla fermentazione del sidro di mele, che avviene in grandi contenitori di legno, durante la quale lo zucchero contenuto nel sidro viene trasformato da batteri e lieviti in alcool, e poi in aceto.

Quello di miglior qualità è estratto non solo dalla polpa, ma anche dalla buccia e dal torsolo delle mele, che contengono gran parte delle sostanze nutritive del frutto.

Si può acquistare in tutti i supermercati e nei negozi specializzati, ma contrariamente alla convinzione comune è preferibile prenderlo non pastorizzato, ovvero con dei residui presenti sul fondo della bottiglia, perché in questa modalità mantiene inalterate nel tempo le sue proprietà, anche se vanno bene anche gli aceti senza questi elemento, più facili da reperire.

Scopriamone insieme le proprietà, i benefici e gli usi, diversi tra di loro.

Le proprietà
I benefici
Acqua e aceto di mele per le vie respiratorie
Gli usi
Utilizzi in casa
Utilizzo sui capelli e sulla pelle
Controindicazioni

Aceto di mele: le proprietà

Le proprietà curative dell’aceto di mele sono conosciute fin dall’antichità: sappiamo infatti che veniva utilizzato sia come condimento che come rimedio già in Mesopotamia più di 7mila anni fa, e anche in Cina era già usato come medicinale nel 1200 a. C.. Inoltre, i Romani lo utilizzarono per purificare l’acqua e i Conquistadores per combattere lo scorbuto. Nel Settecento fu considerato una preziosa merce di scambio e utilizzato come tonico per il cuore.

Aceto di mele
Aceto di mele

Calcio, fosforo, ferro, magnesio, pectina, potassio, sodio, vitamine A, B, C, E, beta carotene, acidi della frutta e altri nutrienti sono tra i principali punti di forza di questo prodotto per il nostro benessere. Inoltre, la pectina favorisce la regolarità intestinale ed è un antico rimedio contro la dissenteria. È anche un ottimo diuretico, favorendo lo smaltimento dei liquidi in eccesso che ristagnano nel corpo. Essendo ricco di calcio rallenta la degenerazione ossea dovuta all’età, mentre la vitamina C, com’è risaputo, aumenta le difese immunitarie dell’organismo.

I benefici dell’aceto di mele

I benefici sono molti, tutti derivati dalle molte sostanze nutritive che contiene e che moltiplicano le loro proprietà grazie alla fermentazione. In generale l’aceto di mele è un ottimo disintossicante, nello specifico assicura all’apparato cardiovascolare e a quello intestinale grandi benefici.

Da questo punto di vista, diversi studi medici hanno confermato che esso (insieme agli altri tipi di aceto) aiuta i pazienti che soffrono di diabete a tenere sotto controllo il tasso glicemico. Assumere un paio di cucchiai di aceto di mela prima di dormire assicura un abbassamento dei livelli di zuccheri nel sangue la mattina successiva.

Grazie alle sue proprietà diuretiche, esso aiuta non solo a liberare l’organismo dai liquidi in eccesso (infatti può essere utilizzato per dimagrire), ma anche ad abbassare la pressione sanguigna che è spesso strettamente legata alla ritenzione idrica. Esso agisce anche sul colesterolo cattivo, riducendone la presenza assieme a quella dei trigliceridi.

In caso di cattiva digestione o di diarrea è utile assumere cucchiai o soluzioni di aceto di mele, in grado di ristabilire rapidamente l’equilibrio intestinale. Nel caso si abbia il sospetto di aver ingerito erroneamente cibo andato a male, può prevenire crampi intestinali e attacchi diarroici.

Inoltre secondo la medicina casalinga, tramandata a livello popolare, è in grado di curare la gotta se mescolato a miele. Soluzioni di aceto e acqua erano inoltre utilizzate anche per debellare la forfora (con impacchi da ripetere una o due volte a settimana) e per curare l’acne. Chi raccomanda le diete alcaline parla di assumere uno o due cucchiai di aceto di mele per abbassare l’acidità del corpo, che comporterebbe mancanza di energia, infezioni, ansia, mal di testa e di gola.

Aceto di mele
Aceto di mele

Acqua e aceto di mele e altri rimedi per le vie respiratorie

In caso di forte raffreddore è utile fare dei suffumigi con acqua e aceto di mele, che aiuteranno a fluidificare i muchi favorendone la rapida espettorazione. Utilissimo anche in caso di gola infiammata e di infezioni del cavo orale (che possono spesso degenerare in alitosi), va assunto in cucchiai mattina e sera, se si preferisce addolcendolo con poco di miele oppure facendo dei gargarismi. Gargarismi e risciacqui aiutano anche a prevenire e a guarire le infezioni della bocca come le afte, ma è importante, dopo averli effettuati, non risciacquare la bocca per qualche ora, per non disperdere gli effetti disinfettanti dell’aceto.

Aceto di mele: gli usi, quotidiani e alternativi

Come abbiamo detto, si può utilizzare l’aceto di mele spaziando dai più tradizionali rimedi per piccoli malanni fino all’utilizzo come prodotto di bellezza o detergente naturale per tutte le superfici della casa. Naturalmente farne un abuso è sempre sconsigliato, perché si potrebbe incorrere in piccoli malanni e controindicazioni.

Utilizzi in casa

Come ogni altro aceto, quello di mele ha proprietà sgrassanti e anticalcare ma ha il grande vantaggio di lasciare sulle superfici un odore più gradevole dell’aceto di vino. Gli usi in casa dell’aceto di mele, quindi, vanno dal sciogliere il calcare incrostato dalle superfici metalliche (rubinetterie, piani di cottura ad esempio), e nel caso di incrostazioni particolarmente vecchie o resistenti andrà lasciato agire per alcune ore se non per l’intera notte, fino all’eliminazione delle sgradevoli macchie che a volte rimangono sul fondo delle pentole anche dopo il lavaggio. In entrambi i casi deve essere usato puro, e nel secondo necessita subito dopo di un risciacquo.

È inoltre utile per lucidare maniglie e inserti d’acciaio. Diluito in acqua tiepida e versato in uno spruzzatore sarà perfetto per pulire vetri, specchi e superfici plastiche, perché non lascia aloni.

Utilizzare l’aceto di mele sui capelli e sulla pelle

L’aceto di mele sui capelli è un rimedio naturale molto comune: Utilizzandolo, sempre con le dovuto precauzione, renderà la vostra chioma lucente. Inoltre per prevenire le doppie punte basterà applicarlo massaggiandolo sui capelli prima dello shampoo, quindi procedere al lavaggio con i detergenti abituali. Per combattere la forfora invece va lasciato agire sul cuoio capelluto per circa dieci minuti dopo lo shampoo e poi risciacquato. Questi trattamenti vanno ripetuti almeno una volta la settimana.

Donna Maschera Capelli
Donna Maschera Capelli

Esso è un astringente naturale, quindi è un ottimo tonico per la pelle. Vanno mescolati aceto e acqua in parti uguali, quindi la soluzione va distribuita con un batuffolo di cotone sul viso appena lavato. Usato puro è in grado di schiarire visibilmente le macchie della pelle provocate da un’incauta esposizione al sole. Va applicato sulle zone di pelle interessate e lasciato agire per una ventina di minuti, quindi va risciacquato via con un detergente delicato. Si vedranno i primi risultati dopo due settimane di trattamento.

Controindicazioni

Ovviamente è bene prendere queste informazioni per la cura della nostra salute solo come rimedi naturali. Infatti esse non sostituiscono il ruolo della medicina ed è quindi bene, prima di farne uso, consultare il proprio medico per avere un suo parare professionale.

Da questo punto di vista l’uso esagerato dell’aceto di mele può portare ad alcuni effetti collaterali quali: problemi allo smalto dei denti, a livello respiratorio, a livello dermatologico e nausea. È bene infine scegliere un prodotto di qualità, come l’aceto di mele biologico, che può anche avere dei residui sul fondo. Se è così non bisogna preoccuparsi perché la non pastorizzazione permette alle sue proprietà di rimanere intatte nel tempo.


5 motivi per cui dovresti bere acqua e limone ogni giorno

Dieta Plank: come funziona, menù e risultati ottenuti