Dieta Plank: come perdere 9 chili in 2 settimane

Detta anche dieta dei 15 giorni, promette grandi risultati in un periodo molto breve: ecco tutto quello che c’è da sapere sulla dieta Plank, dal menù fino alle opinioni.

Pochi giorni a disposizione e una voglia enorme di perdere tanti chili? Sicuramente la dieta Plank non sarà il metodo più sano del mondo – perchè iperproteica e squilibrata – ma assicura risultati infallibili. In sole due settimane, infatti sarà possibile perdere dai 6 ai 9 chili. Come? Mangiando solo quello che prevede il menù originale e consumando le quantità previste dalla dieta stessa.

Andiamo allora a scoprire nel dettaglio di cosa si tratta, qual è il menù originale e quali sono le opinioni a riguardo. Prima, però, vi ricordiamo di consultare sempre il vostro medico prima di seguire un regime alimentare così drastico!

Che cos’è la dieta Plank?

La dieta Plank, anche detta dieta lampo, prevede un regime alimentare iperproteico da attuare per massimo 15 giorni l’anno. È sicuramente una dieta aggressiva ed è molto difficile che un nutrizionista competente ve la prescriva, ma è comunque consigliabile consultare il vostro medico prima e dopo il drastico cambiamento alimentare.

Metro da sarta
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/nastro-di-misurazione-tape-line-789899/

Secondo il sito ufficiale si può fare con cadenza annuale e una volta raggiunto il peso ottimale permette di mantenerlo per almeno tre anni. Per vedere i risultati sperati – si parla di perdere da 6 a 9 chili – è necessario seguire alla lettera il menù proposto.

Qual è il menù della dieta Plank?

Affinchè la dieta assicuri i risultati sperati, è necessario eliminare fin da subito alimenti come zuccheri, fibre, carboidrati, grassi vegetali, alcool e formaggio (tranne quello svizzero). Sono invece concessi proteine animali – quali uova e pollo – e verdure – meglio se crude – come insalata e carote. I condimenti non sono aboliti, ma certamente vanno tenuti sotto controllo: olio, limone e sale sono permessi in piccole quantità, mentre sono assolutamente bandite le salse.

Il menù originale, così come riportato sul sito ufficiale, prevede esclusivamente tre pasti al giorno in cui si alternano verdure, frutta e carne magra. Solo una volta a settimana sono concessi il pesce al vapore e il thè caldo, rigorosamente senza zucchero. Durante il resto dei giorni è permesso mangiare uova, pollo, bistecche alla griglia e verdure prevalentemente crude.

Mela
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/apple-rosso-mano-meleto-delizioso-2788662/

A differenza della dieta Dukan, nella dieta Plank la frutta non è da abolire – tranne banane e uva – e i carboidrati possono essere consumati ma in piccole quantità. Insieme all’alcool è vietata anche l’acqua frizzante – così come tutte le bevande zuccherate e i succhi di vario genere – e per compensare la grande restrizione alimentare bisogna ingerire almeno 2 litri di acqua al giorno.

La dieta Plank funziona?

Partendo dal presupposto che ogni tipo di regime alimentare eccessivamente restrittivo può essere dannoso per il nostro organismo, sono in molti ad averla provata e ad assicurare l’effettiva perdita di peso. Se si pensava che la dieta fosse solo una moda passeggera, dopo aver preso piede negli Stati Uniti, in realtà continua a riscontrare un notevole successo, soprattutto con l’arrivo della bella stagione.

Sul web c’è però chi si è lamentato di aver ripreso tutti i chili dopo qualche mese dal termine della dieta, forse a causa dell’assenza di una fase di mantenimento nella formula originale. Inoltre durante i 15 giorni di dieta Plank c’è anche chi ha riscontrato notevoli cambiamenti nell’umore, oltre che nel fisico. In particolare quest’ultimo sembrerebbe essersi verificato notevoli volte e tra questi mal di testa all’aumento del colesterolo sono solo alcuni dei sintomi più comuni.

ultimo aggiornamento: 14-07-2018

X