Ecco quali sono gli usi e i benefici dell’aceto di mele su capelli grassi, spenti e disidratati: come avere una chioma folta, sana e luminosa!

L’aceto di mele, come molti sanno, è usato in cucina per condire i nostri cibi, come le insalate, ma ha anche molti benefici (tra cui anche per dimagrire) che sfuggono al senso comune. Uno di questi è legato alla nostra chioma: infatti pochi sanno che l’aceto di mele sui capelli è uno dei rimedi della nonna più famosi. Le utilità che apporta sono tantissime e vanno dal classico trattamento di bellezza illuminante a quello rinforzante. Inoltre, esso ha proprietà sgrassanti e lenitive che aiutano a contrastare problemi fastidioso come il prurito o la forfora. Ecco, dunque, come sfruttare al meglio questi benefici e avere una chioma sana e brillante.

Aceto sui capelli: come fare nel pratico

Donna Maschera Capelli
Donna Maschera Capelli

Come si procede nel pratico per avere una chioma folta e fluente con l’aceto di mele? Preparate una miscela di aceto misto alla stessa quantità di acqua. Non applicatelo direttamente sui capelli perché potrebbe risultare troppo aggressivo o alterare il colore.

Chi ha i capelli grassi può utilizzare una quantità maggiore di aceto, ma chi ha i capelli secchi è meglio che ne riduca la quantità. Grazie alle sue proprietà sgrassanti è ottimo non solo come base per una maschera, ma è un vero toccasana per rendere i capelli più puliti e luminosi. Un trucco per stemperare l’odore intenso dell’aceto è quello di aggiungere del miele, che andrà anche a nutrire maggiormente il capello e a migliorarne la morbidezza.

Ottimo per mantenere i capelli disciplinati e luminosi è l’impacco a base di olio di oliva, aceto e uovo. Mescolate questi ingredienti e utilizzateli come una maschera. Lasciate in posa per circa mezz’ora e poi procedete al risciacquo con acqua e aceto di mele oppure con succo di limone. In questo modo l’odore dell’uovo verrà neutralizzato e i capelli saranno ancora più lucidi.

Lavarsi i capelli con l’aceto di mele contro prurito e forfora

L’aceto di mele è uno dei classici rimedi della nonna per attenuare il prurito in testa. Tamponate sulla cute un batuffolo di cotone imbevuto di aceto e lasciare agire per dieci minuti. Infine, sciacquate con acqua tiepida. Per prevenire, invece, immergete il pettine in una soluzione di acqua e aceto di mele prima di pettinarvi.

Per contrastare la forfora secca preparate una miscela con una tazzina di aceto e un litro di acqua calda. Lavate i capelli prima di farvi lo shampoo massaggiando con delicatezza la cute. Lasciate agire venti minuti e vedrete come i vostri capelli saranno più luminosi e con meno forfora.


Come curare le orchidee al meglio? I consigli più utili, anche per potarle

Come eliminare la pancia in poco tempo: ecco i metodi più efficaci