6 Febbraio: il Santo del Giorno è Paolo Miki

Si celebra il primo martire di origini giapponesi

chiudi

Caricamento Player...

6 Febbraio: il Santo del Giorno è Paolo Miki, cristiano, gesuita e primo martire in terra nipponica.

I cristiani che vennero dopo San Francesco Saverio

La diffusione del cristianesimo in estremo oriente fu dovuta all’appassionata e fruttuosa opera di evangelizzazione di San Francesco Saverio, compiuta a metà del XVI secolo.
Paolo Miki appartenne a una delle prime generazioni di convertiti e, già all’età di 20 anni entrò nell’ordine dei Gesuiti: era il 1576.

Come tutti i suoi confratelli giapponesi, San Paolo Miki dovette superare grosse difficoltà di apprendimento durante lo studio della lingua latina, ma la sua ottima conoscenza dei principi buddisti compensarono quella che avrebbe potuto essere una mancanza importante. Egli infatti riuscì a fare da mediatore tra l’antichissima cultura filosofica e religiosa orientale e le nuove istanze di stampo cristiano che stavano diffondendosi nel paese. Convertì infatti, con una retorica suadente e con la gentilezza dei suoi modi, un gran numero di giapponesi.
Le cose precipitarono quando il governo del Giappone passò da un’accomodante tolleranza nei confronti dei predicatori cristiani a una totale e decisa opposizione. Molti furono i cristiani imprigionati e torturati: San Paolo Miki e oltre 20 compagni tra laici e religiosi furono catturati. Si tentò di costringerli ad abiurare la propria fede, ma nessuno di loro, compresi due ragazzi giovanissimi di 11 e di 13 anni accettò di farlo, nemmeno a seguito di crudeli torture.
Paolo Miki e i suoi compagni furono condannati a morte: vennero legati a croci di legno sulla collina di Nagasaki e qui il loro cuore venne trapassato da due lance incrociate. Anche sulla croce, secondo la leggenda, Paolo Miki parlò agli astanti con pia eloquenza, affermando di perdonare i propri carnefici.

6 Febbraio: il Santo del Giorno è Paolo Miki

Paolo Miki e tutti i suoi compagni vennero beatificati da Papa Urbano VIII nel 1627 e nel 1862 tutti i martiri che furono crocifissi con San Paolo, lui compreso, vennero beatificati da Papa Pio IX.

Fonte immagine di copertina: altervista