10 Febbraio: la Santa del Giorno è Santa Scolastica

Sorella gemella di San Benedetto, vergine e Badessa

chiudi

Caricamento Player...

10 Febbraio: la Santa del giorno è Santa Scolastica, gemella di San Benedetto che ne seguì le orme fondando un monastero femminile secondo la regola benedettina.

Un legame di sangue e di fede

Scolastica e Benedetto nacquero da famiglia estremamente ricca, della quale sarebbero stati destinati a ereditare le immense fortune. Quando la madre morì nel darli alla luce, loro padre fece voto di destinare la bambina alla vita religiosa affinché almeno i due neonati sopravvivessero.
Quando furono in età scolare Benedetto e Scolastica furono inviati a Roma, dove avrebbero dovuto apprendere la più alta cultura umanistica del tempo. L’educazione profondamente religiosa che avevano ricevuto impedì però ai due ragazzi di riuscire ad accettare i piaceri e le dissolutezze a cui venivano esposti i giovani studenti della capitale e, per questo motivo, chiesero di tornare presso la casa paterna.

Di lì a poco Benedetto avrebbe scelto spontaneamente la vita monastica divenendo il precursore del monachesimo occidentale e Scolastica rimase unica erede del patrimonio familiare.
La giovane sentì tuttavia il richiamo della fede e volle seguire il solco già tracciato da suo fratello: chiese a suo padre di liberarla dagli obblighi di successione e che le concedesse di entrare in convento.
Fedele al voto che aveva pronunciato quando la bambina era in fasce, il padre acconsentì e Scolastica raggiunse Benedetto a Subiaco e quindi a Montecassino, dove sorse la famosa abbazia benedettina. Ai piedi di Montecassino Scolastica volle fondare ella stessa un convento femminile ispirato alla stessa regola che Benedetto aveva scritto per la sua abbazia. Nacquero quindi le Monache Benedettine di cui Scolastica fu prima Badessa.
I due fratelli rimasero molto legati anche in età adulta: Benedetto si recava a trovare sua sorella nel monastero alle pendici del monte e si intratteneva con lei in discussioni teologiche e in preghiera.
Una sera, mentre Benedetto stava per tornare alla propria Abbazia, Scolastica lo pregò di rimanere presso di lei, poiché sentiva che quello sarebbe stato l’ultimo loro incontro.
Fedele alla regola che egli stesso aveva scritto e che lo legava strettamente al proprio monastero, Benedetto rifiutò di riposare lontano dalla propria cella e tentò di mettersi in cammino.
Prima ancora che uscisse dal monastero scoppiò un violento temporale che lo costrinse a rimanere assieme a Scolastica. I due fratelli trascorsero la notte in preghiera.
Tre giorni dopo Benedetto, tornato al proprio monastero, ebbe la visione dell’anima di sua sorella che ascendeva al cielo portata da due angeli: si era così avverata la premonizione di Santa Scolastica.

10 Febbraio: la Santa del Giorno è Santa Scolastica

Santa Scolastica viene invocata per invocare la pioggia e per proteggersi dai fulmini: questo è dovuto alla credenza che fossero state proprio le preghiere di Scolastica a scatenare il temporale che tenne Benedetto al sicuro nel Monastero ai piedi di Montecassino.
La Santa è anche padrona delle puerpere poiché, secondo un’altra versione della sua vita, subì il martirio e le furono strappate le mammelle.
In ogni caso la sua morte si considera avvenuta il 10 di Febbraio del 547 dopo Cristo.

Fonte immagine di Copertina: Wikipedia