La xerostomia è una condizione particolare causata da una particolare secchezza del cavo orale. Scopriamo bene di cosa si tratta, da cosa dipende e come curarla.

Contrariamente a quanto si pensa, la xerostomia (o secchezza delle fauci), è una condizione piuttosto comune e per molti versi causa di tanti fastidi. A causa della scarsità di saliva si va infatti incontro a problemi di vario tipo come la difficoltà nel deglutire, nel portare correttamente eventuali dentiere e persino nel parlare. Scopriamo quindi di cosa si tratta di preciso e come muoversi quando se ne soffre.

Xerostomia: le cause

Di solito la xerostomia ha cause ben precise che sono l’uso di determinati farmaci (tra cui ansiolitici e antidepressivi) e di alcune terapie radianti che possono provocarla.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

donna bocca
donna bocca

In alcuni casi, può presentarsi anche in persone che soffrono di diabete, che sono affette da HIV o che hanno la sindrome di Sjogren. Anche se in minima parte, anche l’uso di diuretici e antistaminici può provocarla. E, ovviamente, non va dimenticato il fumo al quale si associano anche eventuali traumi improvvisi.

Quando ci si accorge di avere la bocca secca in modo continuo e ripetuto è quindi molto importante avvertire tempestivamente il proprio medico curante al fine di individuare la causa precisa e decidere come muoversi per eliminare o quanto meno ridurre il problema.

Cosa può comportare una xerostomia non curata: i problemi più frequenti

La xerostomia viene spesso sottovalutata in quanto si pensa che l’unico problema sia appunto quello di soffrire di bocca secca. La verità è che se non curata per tempo può portare a diversi problemi come le carie dentali, l’alitosi e le infezioni del cavo orale.

La saliva, infatti, tra le altre cose svolge un ruolo importante per l’igiene della bocca. Motivo per cui, in sua assenza o quantitativi ridotti, il rischio di andare incontro ad altri problemi si fa esponenzialmente più grande.

Andando alle cure, come già detto, la prima cosa da fare è cercare di individuare la causa per eliminarla. A ciò si aggiungono anche accortezze come una maggior igiene orale, l’assunzione più frequente di acqua e di sostanze umettanti per la bocca e, in casi estremi, l’uso di farmaci che saranno prescritti dal medico in base alla situazione personale.


Dermatite mani, cause: quali sono i sintomi e i rimedi naturali?

Cos’è l’allenamento funzionale e a cosa serve