Walnut: il fiore di Bach della transizione

Quando e perché assumere Walnut? Il fiore di Bach delle fasi di crescita e transizione che favorisce l’adattabilità. Scopriamone di più.

Walnut letteralmente significa noce. Il suo significato ha molto a che vedere con la funzione esercitata da questo fiore di Bach. Si tratta infatti, metaforicamente parlando, di un guscio di noce che protegge il frutto (cioè l’individuo).

Quest’ultimo può infatti provare difficoltà in alcuni momenti particolari della sua vita facendo fatica ad adattarsi. Le cause possono essere tra le più disparate. Tra queste, in particolare, abbandoni, rimorsi, separazioni, cambiamenti di abitudini e routine consolidate.

I benefici

Perché assumere Walnut? Esso si rivela indicato per coloro che si trovano ad affrontare un cambiamento nella vita. Ciò, quasi sempre, comporta sofferenze anche fisiche causate da una serie di rimpianti che si provano nel porre fine a determinati legami e abitudini.

Proprio per questo, capita talvolta che coloro che nella vita hanno obiettivi ben precisi siano influenzati dalle opinioni altrui. Il tutto nonostante abbiano una personalità forte e decisa. La conseguenza è il venir meno della concentrazione verso la meta da raggiungere.

Il rimedio naturale in questione, in particolare, agisce sulle emozioni iniziali inibite; sulle difficoltà di adattamento alle novità e sulle emozioni evolutive che risulteranno sciolte dopo l’assunzione del fiore.

Il Walnut è usato anche con i bambini in fasi ben specifiche della loro crescita. Tra queste la comparsa dei denti fissi dopo aver tolto quelli da latte. Ma anche nel critico periodo dell’adolescenza e della pubertà andando a facilitare l’accettazione del cambiamento del proprio corpo.

Quando e come assumerlo

La notizia è che non esistono delle regole precise che spieghino come e quando somministrare i fiori di Bach. Secondo il metodo tradizionale Kramer si possono infatti assumere tutti i fiori che si desiderano secondo la complessità del problema. Di certo è che i fiori devono essere assunti fino alla scomparsa del sintomo. In base poi alla reazione della persona possono anche essere sospesi e cambiati.

Fonte Foto: https://pxhere.com/it/photo/611730

A livello generale se ne assumono quattro gocce sotto la lingua almeno per quattro volte al giorno (mattina, metà mattina, metà pomeriggio, sera e prima di coricarsi). In casi di particolare necessità si versa il rimedio naturale in un bicchiere di acqua e lo si sorseggia dalle quattro alle sei volte nell’arco della giornata.

Solitamente la somministrazione ha una durata di quattro settimane. Al termine o si continua con la stessa somministrazione oppure i fiori vanno cambiati. Ciò, in particolare, nel caso in cui siano già avvenuti dei cambiamenti. Quando il rimedio ha risolto il problema, infatti, smetterà di agire.

Il Walnut si caratterizza quindi come rimedio naturale per coloro che desiderano evolversi spiritualmente ma anche per combattere lo stress e migliorare gli stati di depressione.

Fonte Foto: https://pxhere.com/it/photo/611730

ultimo aggiornamento: 07-09-2019

X