Gli utilizzi dell’aglio

Benefici tradizionali, conosciuti o misconosciuti di un ortaggio antichissimo

chiudi

Caricamento Player...

Gli utilizzi dell’aglio in qualità di medicamento sono testimoniati da documenti antichissimi, addirittura in lingua sanscrita. La medicina orientale, come quella cinese e ayurvedica lo inseriscono nel novero delle piante benefiche. Filosofi e sapienti geograficamente più vicini a noi, come Plinio il Vecchio e Aristotele, ne riportarono numerosi utilizzi terapeutici.
Anche dopo millenni di evoluzione, la medicina riconosce ancora all’aglio numerose virtù terapeutiche.

Proprietà curative per l’apparato cardiovascolare

E’ dimostrato che l’aglio aiuti significativamente a combattere il colesterolo dannoso, che accumulandosi lungo le arterie le ostruisce impedendo il regolare flusso sanguigno. Un uso continuativo, soprattutto dell’ortaggio crudo, svolge quindi un’importante funzione protettiva dell’apparato cardiovascolare.

Chi soffre di ipertensione ha nell’aglio un valido alleato perché, in qualità di vasodilatatore naturale, riesce ad abbassare la pressione sanguigna troppo alta.
Nella medicina tibetana una tintura madre d’aglio, prodotta a partire da spicchi d’aglio privati della pelle e lasciati macerare in alcool a 95°, è utilizzata come ricostituente e va assunta in gocce diluita in liquidi dolci come succhi di frutta o latte.

Gli utilizzi dell’aglio come antisettico cutaneo

Se l’utilizzo principale dell’aglio è comunque nell’ambito culinario, le sue proprietà antibatteriche e antisettiche lo rendono anche un efficace medicamento naturale in grado di curare le infezioni micotiche della pelle (soprattutto del piede). Schiacciato e mescolato ad olio di oliva da origine a un ottimo rimedio per far regredire progressivamente calli e duroni. Emulsionato con l’aceto invece, l’aglio tritato disinfetta ferite e piccole escoriazioni.
Attualmente si trovano in commercio shampoo a base d’aglio poiché è stata riconosciuta la sua capacità di contrastare la caduta, il diradamento e lo sfibramento dei capelli grazie alla sua azione antisettica e rigenerante che favorisce il rinnovo cellulare a livello della cute. Gli shampoo in commercio sono per lo più profumati, in maniera da evitare la persistenza di un odore sgradevole.