Come usare l’aromaterapia nei massaggi

La tecnica dell’aromaterapia viene spesso usata durante le terapie di massaggio.

chiudi

Caricamento Player...

Non tutti sanno che esistono diverse linee di connessione tra le due terapie. Vediamo insieme come agisce questa combinazione. L’aromaterapia è una medicina alternativa che utilizza essenze aromatiche naturali per curare diversi disturbi della mente e del corpo. Viene considerata un valido aiuto per potenziare i benefici dei messaggi, in quanto aiuta la fase del rilassamento.

Aromaterapia e massaggi

L’aromaterapia utilizza oli ricavati da semi, frutti, fiori, corteccia e foglie. Gli oli essenziali sono oltre 400, ma per i massaggi ne vengono utilizzati solo una quarantina. Il massaggiatore viene aiutato nel suo lavoro grazie al potere calmante e rilassante degli oli essenziali.

Nel massaggio aroma terapico, gli oli vengono miscelati con un olio vettore. Solitamente si tratta di olio di mandorle dolci, di nocciolo di albicocca o di olio di vinaccioli. Per essere utilizzati durante il massaggio, gli oli essenziali vengono infatti diluiti in una quantità che varia dall’uno al 5 % in olio vegetale. La quantità che viene assorbita attraverso la pelle durante un massaggio è di circa 0,1 ml.

E, a seconda dell’effetto che si vuole ottenere dal massaggio, si sceglie l’olio essenziale. Per i massaggi anti stress, si utilizza olio di lavanda o bergamotto. Per i massaggi rilassanti lavando o bergamotto. La menta e l’eucalipto sono invece molto utili nei casi di massaggi per alleviare i dolori muscolari.

L’aromaterapia migliora gli effetti del massaggio, ma vale anche l’effetto contrario. La manipolazione del corpo permette infatti di aumentare la potenzialità degli oli essenziali, che penetrano meglio nella pelle. Il loro odore, inoltre, viene percepito in modo ottimale. Si crea quindi una perfetta combinazione fisiologica, olfattiva ed emozionale.

Nel massaggio aroma terapico è fondamentale tenere conto delle caratteristiche somatiche, energetiche e psichiche del soggetto.