A Los Angeles è stato avvistato un uomo in volo con uno zaino-jet: la polizia ha dato il via a una caccia all’uomo, visto che l’utilizzo dello zaino-razzo non è stato autorizzato.

Torre di controllo, qui volo American Airlines 1997, siamo passati di fianco a un tizio con uno zaino-jet“. No, non è la divertente battuta di un classico film americano di quelli leggeri, utili per riempire i palinsesti televisivi nelle serate estive o nei giorni di festa. Si tratta invece della comunicazione surreale avvenuta domenica 30 agosto nel pomeriggio di Los Angeles. Sembra incredibile, ma un uomo con uno zaino-jet è stato avvistato dal comandante di un Airbus. Un avvistamento che dato il via a una vera e propria caccia all’uomo: volare con questo tipo di mezzi tecnologici è infatti al momento impossibile.

Uomo con lo zaino-jet a Los Angeles: l’FBI apre un’indagine

Alla comunicazione del comandante dell’Airbus A321 arrivata alle 18.35 alla torre di controllo di Los Angeles domenica 30 agosto ha fatto seguito una risposta, non troppo convinta, del controllore da terra. Come si può credere infatti a un avvistamento del genere? Ma pochi secondi dopo anche un altro comandante, quello del volo JetBlue 23, ha contattato la torre di controllo: “Abbiamo appena avvistato il tizio“.

Jetpack o zaino-jet
Jetpack o zaino-jet

Solo a Los Angeles accadono queste cose“, sembra abbia risposto il responsabile della torre di controllo dopo aver avuto la conferma dell’avvistamento. D’altronde, nei cieli di LA ultimamente è stato visto di tutto. Un uomo con un jetpack però mancava. Il problema è che questo tipo di iniziative mette a rischio la sicuerezza di tutti, soprattutto dei voli aerei. E per questo l’FBI ha aperto un’indagine.

Zaino-jet: una tecnologia illegale

Ad oggi non è ancora possibile volare nei cieli americani con uno zaino-razzo, nemmeno se si è in possesso di tale tecnologia. Si tratta di attrezzature non ufficialmente in vendita per i privati. Com’è dunque possibile che un uomo sia riuscito ad arrivarne in possesso al punto da utilizzarlo senza controllo nei cieli della città?

Una risposta non è riuscito a fornirla la società JetPack Aviation, che si occupa della costruzione di zaini-jet e che ha sede proprio a Los Angeles. Spiegano i responsabili dell’azienda al New York Times: “Onestamente non sappiamo chi stia lavorando a un apparecchio del genere e sia così sconsiderato da volare vicino agli aerei“. Gli unici autorizzati a utilizzare gli zaini sono infatti i tecnici della società, ma non per uso ricreativo e tassativamente in uno spazio controllato, lontano da edifici e aeroporti. E anche per questo la situazione appare ancora più misteriosa…

Di seguito uno dei tanti meme apparsi sul web dopo la diffusione della notizia:

Scopri le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19


Aziende con la miglior reputazione in Italia: sul podio Ferrero, Ferrari e Barilla

Chi vincerà la partita del cuore? Su Rai1 il mini-torneo benefico con la Nazionale cantanti