Unioni civili chi può unirsi

Unioni civili chi può unirsi per dare veste giuridica al proprio rapporto

chiudi

Caricamento Player...

L‘unione civile non è altro che la dichiarazione fatta dinanzi all’ufficiale di stato civile da due persone maggiorentti e dello stesso sesso alla presenza di due testimoni. Possono dunque unirsi sia due uomini e che due donne. Con la celebrazione le due parti possono decidere di assumere un cognome comune, anteponendolo al proprio o posponendolo. La legge sulle Unioni Civili, legge n°76 del 20 maggio 2016, è entrata in vigore il 5 giugno 2016. Il relativo decreto attuativo è stato firmato dal ministro della Giustizia Orlando, dal ministro dell’Interno Alfano e dal presidente del Consiglio Matteo Renzi.

Unioni civili chi può unirsi: obblighi nascenti

Dall’unione civile nascono tutta una serie di obblighi che pendono in capo ad entrambe le parti. Come si legge sul sito del Governo, governo.it, gli obblighi che nascono sono i seguenti:

  • l’obbligo di assistenza morale e materiale;
  • l’obbligo di coabitazione;
  • l’obbligo di contribuzione economica in relazione alle proprie capacità di lavoro professionale o casalingo;
  • l’obbligo di definizione di comune accordo dell’indirizzo della vita familiare e della residenza.

Unioni civili chi può unirsi: l’espressione usata impropriamente

La classe delle unioni civili tecnicamente può riguardare sia coppie sia di sesso diverso che dello stesso sesso, ricordando i Pacs in Francia. Oppure può riguardare esclusivamente coppie di sesso diverso. Ancora in via esclusiva coppie di sesso uguale. Se ci si riferisce alle unioni civili come riservate a coppie formate da persone dello stesso sesso, l’espressione unione civile può impropriamente essere usata in riferimento alla coppia omosessuale. Dall’unione civile sorgono anche obblighi e regole per quanto riguarda la disciplina della successione. Si applicano in questo caso le norme stabilite dal secondo libro del Codice Civile, mentre in caso di scioglimento dell’unione si applicheranno alcune delle regole tipiche del divorzio ma non della separazione.