La tosse da reflusso è uno dei sintomi del disturbo più difficili da riconoscere. Spesso si presenta dopo i pasti e nelle ore notturne.

La tosse da reflusso è una delle cose più fastidiose che possa esserci. Non sempre, infatti, una persona associa subito la tosse a un problema gastroesofageo. La prima diagnosi, infatti, è sempre quella di ricondurre la tosse all’aver preso un colpo di freddo o ad altri sintomi. Come riconoscerla allora? Prima di tutto dovrete vedere in quale momento della giornata si presenta. Se è una costante e arriva nel momento in cui finite di mangiare e allora con ogni probabilità di si tratterà di tosse da reflusso.

Tosse da reflusso: sintomi

Quando ai sintomi della tosse associate anche il bruciore di stomaco, il rigurgito acido, l’alitosi – solo per citarne alcuni – e allora ci troviamo proprio davanti a una tosse da reflusso.

Tra i sintomi della tosse da reflusso gastroesofageo, inoltre, è da segnalare anche:

-Mal di gola;

-L’eccessiva produzione di muco;

Tosse notturna.

Chi ne soffre, inoltre, ha raccontato che al mattino la situazione sembra essere sotto controllo, anzi perfino c’è chi dice di sentirsi bene e non accusare alcun sintomo. Salvo poi ripresentarsi nel corso della giornata e aggravarsi nelle ore notturne.

Donna con la tosse
Donna con la tosse

Tosse da reflusso: rimedi

Ci sono, però, dei rimedi naturali per combattere il reflusso gastroesofageo e la tosse. Vediamo insieme, quindi, quali sono dei piccoli accorgimenti che possono essere presi per cercare di ridurre questo fastidio.

Prima di tutto è opportuno smettere di fumare, questo perché il fumo non farà altro che irritare, ancora di più, la mucosa gastrica.

Assumere una giusta posizione. Quando dormite, infatti, sarà importante dormire con la testa un po’ più sollevata rispetto al resto del corpo in modo da trarne sollievo. Dovrete, infatti, posizionare un cuscino alto dietro la schiena in modo da stare sollevati di circa 30 gradi. Importante, inoltre, è non sdraiarvi subito dopo aver mangiato, ma aspettare almeno un paio d’ore.

Un’altra cosa importante, infine, è quella di mangiare sano senza appesantirvi troppo, soprattutto durante i pasti serali e di seguire una corretta alimentazione.


Acne da mascherina? Ecco lo spray idratante che previene l’irritazione

Quali sono le migliori posizioni per dormire?