Scopriamo come le tisane di valeriana ci aiutano a combattere i disturbi del sonno e ad affrontare i giorni più stressanti.

Le tisane di valeriana sono un ottimo rimedio per ridurre i problemi legati al sonno e gli stati d’ansia che possono colpire soprattutto nei momenti di maggiore stress. In tutti quei periodi in cui siamo in una situazione di attesa o sottoposti a pressioni una buona tisana può aiutarci a ritrovare il benessere.

Spesso quando dobbiamo sostenere una prova importante, un esame o anche un colloquio di lavoro il peso delle nostre aspettative ci atterrisce. Sono questi stati d’ansia che ci impediscono di prendere sonno durante la notte e di conseguenza, anche al risveglio i nostri disagi aumentano proprio per la carenza di sonno. Come può una tisana alleviare questi disturbi? Grazie alle proprietà delle erbe in essa contenute, scopriamo quelle delle valeriana, una delle piante più usate per combattere lo stress!

L’uso delle valeriana nella fitoterapia

La pianta di valeriana, il cui nome scientifico è Valeriana officinalis viene coltivata in molti paesi europei ed è diffusa anche in Asia, specialmente in Giappone. Questa pianta è stata da sempre impiegata nella fitoterapia per le sue spiccate proprietà. La porzione più utilizzata è la radice, ovvero il punto in cui c’è la maggiore concentrazione di principi attivi.

Tisana valeriana
Tisana valeriana

Questa pianta è costituita da una radice principale, chiamata rizoma, e da una serie di radici laterali. Entrambe queste radici vengono utilizzate per la preparazione degli infusi. Negli anni l’interesse verso la valeriana è cresciuto per via delle sue proprietà benefiche. In breve la pianta è diventata una delle più usate come sedativo naturale, ma vediamo meglio i suoi effetti sul nostro organismo.

Valeriana: la tisana e le sue proprietà

I benefici di questa pianta sono principalmente legati alla sua azione sedativa, questo, infatti è uno degli scopi principali per cui si ricorre ad un infuso di valeriana. Le tisane hanno una maggiore efficacia se bevute prima di andare a coricarsi. In generale si consiglia, infatti, di assumerle all’incirca una mezz’ora prima di andare a letto.

Oltre a favorire il sonno, questa pianta viene anche usata come ingrediente principale della maggior parte delle tisane rilassanti. Queste bevande sono particolarmente indicate non solo alla sera, ma anche durante il giorno per calmare la tensione emotiva accumulata. Le proprietà della valeriana la rendono, inoltre, efficace anche come rimedio ai disturbi della menopausa specie per quanto riguarda gli sbalzi d’umore e il nervosismo.

Nuove ordinanze in vigore: ecco che cosa si può fare in base al colore della zona


Come preparare al meglio i frullati di verdure

Allergia agli acari della polvere: cos’è e quali sono i sintomi